Abusi su minori, bimbo di 5 anni costretto a esso orale: arrestato orco

49enne arrestato in Florida, gli investigatori lo hanno accusato di aver costretto più volte un bimbo di 5 anni a fare sesso orale.

Abusi su minori
Abusi su minori
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Rischia il carcere a vita il 49enne arrestato in un clamoroso blitz messo a segno dagli uomini dello sceriffo della contea di Marion, in Florida, dopo che gli investigatori lo avevano accusato di aver costretto più volte un bimbo di 5 anni a fare sesso orale. M.A.H. era finito in manette quando gli agenti avevano sfondato la porta di casa sua e gli avevano contestato la gravissima accusa. In Florida la legge è chiara: se si commettono abusi sessuali su un bambino al di sotto dei 12 anni il carcere è per sempre.

Nel caso dell’arrestato poi, grava su di lui un’ammissione verbalizzata secondo cui quelle orribili prestazioni lui le avrebbe imposte al bambino più di una volta, “almeno quattro o cinque”, aveva detto in sede di interrogatorio. I membri della famiglia della vittima avevano messo in moto la macchina della giustizia dopo che il piccolo aveva lasciato intendere, con una orribile e inconsapevole mimica, che qualcosa proprio non andava, in quel vicino di casa magari un po’ “strano” ma fino ad allora considerato innocuo.

Il procuratore che sta seguendo il caso ha anche avviato verifiche specifiche per appurare il grado di accuratezza nella custodia del bambino da parte dei familiari. Carli Tehprof del Miami Herald sostiene che l’uomo ha rilasciato una piena confessione dei suoi orripilanti atti, mettendosi a disposizione di una sistema giudiziario molto poco propenso a fare sconti su profilazioni penali del genere. La Florida, come l’Oklahoma, il Montana e la Luisiana, prevede addirittura la pena di morte per alcuni reati di natura sessuale come lo stupro. Recentemente era sorta una querelle giuridica basata su recenti pronunciamenti della Corte Suprema degli Stati Uniti, che aveva ribadito come la pena di morte sia ammissibile solo per coloro che privano un’altra persona della vita.

Giampiero Casoni
Giampiero Casoni, 50enne nato a Cassino, è da sempre un cronista di giudiziaria. Ha collaborato ed operato in redazione per Ciociara Oggi, La Provincia, di cui ha curato anche l'edizione nazionale e Provincia quotidiano, che ha recentemente accompagnato in esequie editoriali. Ha partecipato alla fondazione e vita di numerosi free press e pubblicato pezzi per agenzie dell'Alto Casertano aventi a tema soprattutto la camorra aversana. Autore di numerose inchieste sulla camorra domitia dei La Torre, si è cimentato anche con la scrittura, pubblicando romanzi sui clan secondiglianesi e sillogi poetiche. Appassionato di storia e umorista a tempo perso, cura con molta approssimazione e svogliatezza il blog Bignè all'aceto, di cui intende, da qui a qualche secolo, riesumare i fasti potenziali assieme alla compagna, la scrittrice Monia Lauroni, moderna eroina martirizzata dal suo perenne borbottare.