Festa di compleanno di Imelda Marcos: centinaia di intossicati

Compleanno amaro per Imelda Marcos, che a 90 anni ha dato una mega festa da cui centinaia di persone sono uscite intossicate da cibi avariati.

Imelda Marcos
Imelda Marcos

Compleanno amaro per Imelda Marcos, che a 90 anni ha dato una mega festa da cui centinaia di persone sono uscite intossicate da cibi avariati. Sarebbero più di 300 i cittadini di Manila che sono stati avvelenati da cibi andati a male durante il mega pranzo approntato per celebrare i 90 anni della leader politica filippina. L’evento si era tenuto martedì e a esso avevano partecipato circa 2.500 persone. Menu dell’abboffata? Un classico dell’arcipelago e del sud est asiatico: pollo e riso.

Festa di compleanno di Imelda Marcos

Ad un certo punto, come riporta la BBC, moltissimi ospiti hanno iniziato ad accusare nausea, vertigini e a essere preda di devastanti attacchi di vomito. In molti casi il cibo, evidentemente avariato, ha preso “altre vie”, con l’effetto di creare ancora più caos. Decine di ambulanze sono arrivate a razzo sul luogo del banchetto maledetto, caricando in tutto 270 persone intossicate in maniera più o meno grave.

Imelda Marco, vedova dell’ex presidente e dittatore filippino Ferdinando, famosa per il lusso sfrenato e per l’amore quasi morboso per le scarpe. Nelle Filippine è ancora popolarissima, nonostante l’aura tirannica che ancora grava sulla sua famiglia e, proprio in virtù di questo mai intaccato suo grip sulle masse, a inizio settimana aveva deciso di noleggiare addirittura uno stadio per festeggiare i suoi 90 anni con il popolo. Riso, pollo adobe e uova sode però hanno avuto un ruolo molto più infido del canonico “panem et circenses”, visto che sono diventati tragico vettore per precipitose fughe al wc. Richard Gordon, il presidente della Croce Rossa nazionale filippina che ha assistito nei trasferimenti medici, ha anche pubblicato le foto del personale che interveniva sugli intossicati.

Giampiero Casoni
Giampiero Casoni, 50enne nato a Cassino, è da sempre un cronista di giudiziaria. Ha collaborato ed operato in redazione per Ciociara Oggi, La Provincia, di cui ha curato anche l'edizione nazionale e Provincia quotidiano, che ha recentemente accompagnato in esequie editoriali. Ha partecipato alla fondazione e vita di numerosi free press e pubblicato pezzi per agenzie dell'Alto Casertano aventi a tema soprattutto la camorra aversana. Autore di numerose inchieste sulla camorra domitia dei La Torre, si è cimentato anche con la scrittura, pubblicando romanzi sui clan secondiglianesi e sillogi poetiche. Appassionato di storia e umorista a tempo perso, cura con molta approssimazione e svogliatezza il blog Bignè all'aceto, di cui intende, da qui a qualche secolo, riesumare i fasti potenziali assieme alla compagna, la scrittrice Monia Lauroni, moderna eroina martirizzata dal suo perenne borbottare.