Gli Stati Uniti sospendono i voli commerciali con il Venezuela

Continuano i problemi tra gli Stati Uniti e il Venezuela. A tal proposito, per motivi di sicurezza, sono stati sospesi i voli commerciali tra i due Stati.

Sospesi i voli commerciali tra Stati Uniti e Venezuela
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Gli Stati Uniti sospendono tutti i voli commerciali fra Usa e Venezuela. Si tratta di una misura di sicurezza che, secondo il Dipartimento dei Trasporti di Washington, eviterà ad equipaggi e merci di cadere in un ginepraio politico che potrebbe sfociare da un momento all’altro in azioni violente. “La situazione in Venezuela mette a rischio la sicurezza degli aerei e degli equipaggi“ si legge in una nota ufficiale del dipartimento.

Sospesi i voli tra Stati Uniti e Venezuela

Le compagnie trasporti che hanno visto la misura con favore non si contano: prima fra tutte la American Airlines, che i suoi collegamenti e le sue rotte con la nazione bolivariana li aveva già interrotti motu proprio. Alla base di quella decisione c’erano anche i contenziosi economici che si erano creati con Caracas, accusata di insolvenza su specifiche quote tecniche.

Anche alcuni vettori interni, come la venezuelana Avior Airlines, aveva interrotto i suoi voli sulla storica tratta Miami Caracas. In quel caso, pare che a spingere per questa sorta di “embargo ufficioso” siano state anche le alte sfere politiche della Florida, repubblicane ed interessate a creare un clima di emergenza che “spinga” il Venezuela alla rivolta più di quanto non sia riuscito Juan Guaidò dall’interno.

Giampiero Casoni
Giampiero Casoni, 50enne nato a Cassino, è da sempre un cronista di giudiziaria. Ha collaborato ed operato in redazione per Ciociara Oggi, La Provincia, di cui ha curato anche l'edizione nazionale e Provincia quotidiano, che ha recentemente accompagnato in esequie editoriali. Ha partecipato alla fondazione e vita di numerosi free press e pubblicato pezzi per agenzie dell'Alto Casertano aventi a tema soprattutto la camorra aversana. Autore di numerose inchieste sulla camorra domitia dei La Torre, si è cimentato anche con la scrittura, pubblicando romanzi sui clan secondiglianesi e sillogi poetiche. Appassionato di storia e umorista a tempo perso, cura con molta approssimazione e svogliatezza il blog Bignè all'aceto, di cui intende, da qui a qualche secolo, riesumare i fasti potenziali assieme alla compagna, la scrittrice Monia Lauroni, moderna eroina martirizzata dal suo perenne borbottare.