Protesta gilet gialli a Parigi, svaligiata la boutique di Bulgari

Nel diciottesimo sabato di protesta per i gilet gialli colpo alla boutique di Bulgari sugli Champs Elysées: colpo studiato nei minimi dettagli.

Assalto a Bulgari durante protesta gilet gialli
Assalto a Bulgari durante protesta gilet gialli
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Ennesimo sabato di proteste e di violenza nel cuore di Parigi. Nello scorso fine settimana si è dato vita all’assalto del negozio di Bulgari situato al civico 136 degli Champs Elysées. In questo caso, e non solo, si tratta di un piano studiato nei minimi dettagli. L’azione criminale è stata realizzata da professionisti del settore che hanno scelto con cura la data e il luogo.

Protesta gilet gialli, colpito Bulgari

Assalto a Bulgari durante protesta gilet gialli
L’interno della boutique di Bulgari

Lois Lecouplier, segretario nazionale del sindacato Alliance Police, ha parlato dei furti attuati all’interno del negozio di Bulgari a Parigi. «C’è un gruppo che agisce molto rapidamente e in modo molto professionale. Più che dei black bloc mi sembrano dei rapinatori di mestiere».

Al momento il bilancio del bottino parla di centinaia di migliaia di euro. Proprio per l’occasione, l’azienda aveva inteso blindarsi con portellone di acciaio e legno inchiodati alle vetrine. L’azione dei ladri, in questo caso, ha evidenziato un’organizzazione dotata di innumerevoli attrezzi per far saltare i portelloni.

Azione mirata

Una squadra di agenti speciali della gendarmeria che stava marciando per difendere Bulgari, è stata però fermata da un gruppo di manifestanti con cui avrebbero ingaggiato scontri. Secondo le immagini dell’assalto, non vi sarebbero stati ulteriori atti di saccheggio.

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.