Ciclone Idai in Mozambico fa una strage, oltre 100 le vittime

Diversi Paesi sono stati colpiti da un ciclone che ha causato almeno un centinaio di vittime. La tempesta si è abbattuta nello Zimbabwe e in Malawi.

Ciclone si abbatte nello Zimbabwe e in Malawi
Ciclone si abbatte nello Zimbabwe e in Malawi

Il ciclone Idai si è abbattuto nello Zimbabwe, in Mozambico e nel Malawi causando oltre cento vittime. La tempesta ha anche colpito l’Indonesia, precisamente la zona della Papua Nuova Guinea. Danni molto gravi conseguenza del ciclone classificato come categoria 4. Diverse località sono state tagliate fuori a causa della forte tempesta.

Ciclone Idai, in un collegio dello Zimbabwe due morti

Nello Zimbabwe si conta oltre trenta morti: a confermarlo il Governo del Paese. In questo caso, la maggior parte sono deceduti nella città di Chimanimani. Due delle vittime erano studenti che sono morti a causa di una frana abbattutasi contro il dormitorio di una scuola. Il collegio è stata chiuso e il personale di soccorso è attualmente al lavoro per liberare almeno duecento studenti presenti nell’istituto.

ne parliamo in pausa pranzo

Decine i dispersi

Al momento le autorità di Harare parlano di oltre settanta persone disperse anche se il bilancio è destinato a salire, e anche molto. Difficoltà nei soccorsi a causa del forte vento e alla scarsa visibilità che hanno impedito agli elicotteri di mettersi in volo. Minatori bloccati all’interno di una miniera di diamanti.

Commenta su Facebook
Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.