Scuola di tre piani crolla: otto bambini morti

Sotto le macerie di una scuola vi sarebbero decine di persone. Si registrano otto vittime, tutti bambini. Operazioni di soccorso in atto.

Crollo di una scuola in Nigeria
Crollo di una scuola in Nigeria

Un edificio scolastico di tre piani è crollato a Lagos, in Nigeria. Secondo le informazioni, diffuse dalla stampa locale, otto studenti presenti nella scuola sono morti. Stando alle prime notizie raccolte vi sarebbero all’interno oltre un centinaio di ragazzi. Tra questi almeno dieci bambini. Secondo la testimonianza di un soccorritore, di nome Derin, si parla di persone «dentro l’edificio e a quanto pare sono vivi».

Crollo scuola in Nigeria

Al momento vi è una grande confusione a causa del crollo. Molti studenti sono stati trasportati negli ospedali della zona. I genitori si sono recati sul luogo del disastro alla ricerca dei propri figli. «Crediamo che ci siano molte persone intrappolate sotto le macerie – ha dichiarato il portavoce dell’agenzia nigeriana per le Emergenze Ibrahim Farinloye – tra le quali anche bambini».

Il crollo dei palazzi in Nigeria non è un fenomeno raro. La scarsa qualità dei materiali, utilizzati nel campo dell’edilizia, si aggiunge come problematica al non rispetto delle regolamentazioni in materia.

Non è il primo caso

Già nel 2016 oltre 100 persone trovarono la morte a seguito del crollo di un tetto avvenuto nella chiesa ad Uyo, nel sud della Nigeria.

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.