Venezuela, ultime notizie: il blackout ha provocato la morte di 80 bambini in ospedale

In assenza dell'energia elettrica non funzionano i macchinari salvavita in Venezuela. L'annuncio della morte dei bambini è stato dato da un senatore.

Venezuela, il blackout provoca la morte di 80 bambini in ospedale
Venezuela, il blackout provoca la morte di 80 bambini in ospedale
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Continuano i problemi e le ripercussioni quotidiane in Venezuela. Un tweet del senatore repubblicano Marco Rubio ha annunciato la morte di ottanta bambini causata dal blackout che sta avendo luogo nel Paese. I piccoli erano tutti nel reparto neonatale. Intanto il Governo di Nicolas Maduro ha annunciato di voler chiudere uffici e scuole. Il leader dell’opposizione, Juan Guaidó, ha chiesto lo stato di emergenza viste le numerose problematiche, di ogni genere, riscontrate in Venezuela.

Blackout in Venezuela, cosa sta accadendo

Sono ormai tre giorni che il Venezuela è completamente bloccato. Mancano mezzi di trasporto e provviste. Gli ospedali non possono utilizzare i macchinari salvavita. Sedici stati sono completamente al buio mentre altri sei possono utilizzare parzialmente l’energia elettrica. Quattrocento i milioni di dollari di danni causati al settore privato a causa dell’assenza di corrente. Nonostante tutto, però, Nicolas Maduro continua a dirsi fiducioso per il futuro.

ne parliamo in pausa pranzo

«Il Governo bolivariano ha deciso di sospendere le lezioni e le attività lavorative lunedì 11 marzo – ha scritto il Ministro della Comunicazione Jorge Rodriguez – per sconfiggere, con la forza della verità e della vita il brutale attacco terroristico contro il popolo. Insieme vinceremo».

Commenta su Facebook
Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.