Aereo caduto in Etiopia, una causalità salva un italiano

Un cambio di volo che gli ha salvato la vita. Il protagonista si chiama Arturo e lavora con l'Onu a Nairobi. Si è salvato, per puro caso, dalla strage.

Volo Ethiopian Airlines
Le scatole nere dell'aereo caduto in Etiopia a Parigi per le indagini
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Arturo, un cittadino italiano, si è salvato per una pura coincidenza dal disastro che ha colpito il volo dell’Ethiopian Airlines. Un cambio di volo, da parte dell’agenzia per la quale lavora, gli ha praticamente evitato di finire sul Boeing con destinazione Nairobi. Invece di partire da Roma, facendo scalo ad Addis Abeba per poi ripartire verso Nairobi, la compagnia ha modificato la tratta prima in Roma-Francoforte e poi dalla città tedesca a Nairobi.

Un cambio di volo che gli ha praticamente salvato la vita

Il suo secondo volo, poche ore prima, invece, sarebbe stato quello che si è schiantato al suolo dopo soli sei minuti dal decollo. Le cause al momento sono ancora da accertare. Arturo A. è un impiegato presso l’Agenzia delle Nazioni Unite e collabora a Nairobi con il progetto “World Food Programme”.

Commenta su Facebook
Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.