Sebastiano Tusa, chi era l’archeologo italiano morto sull’aereo caduto in Etiopia

Sebastiano Tusa è una delle vittime del disastro aereo accaduto in Etiopia. Si tratta di un archeologo molto conosciuto a livello internazionale.

Sebastiano Tusa
Sebastiano Tusa (foto Facebook)
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Sebastiano Tusa è una delle otto vittime italiane nel disastro che ha colpito un volo dell’Ethiopian Airlines diretto a Nairobi, capitale del Kenya, precipitato dopo pochi minuti dal decollo. Il bilancio parla di 157 vittime di differenti nazionalità.

La storia di Sebastiano Tusa

Sebastiano Tusa, archeologo di fama internazionale, nonché sovrintendente del Mare della Regione, era diretto a Malindi, in Kenya, per un progetto dell’Unesco. Si tratta di una conferenza internazionale con la partecipazione di studiosi provenienti da tutto il mondo.

Il docente Sebastiano Tusa era stato convocato in virtù della sua competenza nel settore dell’archeologia marina. Le ricerche effettuate con il suo staff hanno messo in risalto degli importanti ritrovamenti sotto la superficie dell’Oceano Indiano, a largo di Malindi.

Chi era Tusa

Assessore ai Beni Culturali della Regione Sicilia e professore di Paleontologia presso l’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli. Attivo nella ricerca degli scavi archeologici ha organizzato missioni in Iraq, Pakistan e anche in Italia.

Nel 2003, durante gli scavi da lui diretti a Pantelleria, furono ritrovati alcuni ritratti imperiali risalenti all’epoca romana. Abbandonata la ricerca sul campo si occupò di amministrazione dei Beni Culturali nella Regione Sicilia. Si candidò al Consiglio comunale di Palermo nel 2012 con la lista “FLI” ma non venne eletto.

Commenta su Facebook
Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.