Crisi Venezuela: Guaidò chiede incontro a Salvini

Juan Guaidò chiede un incontro a Roma a Matteo Salvini e Di Maio.

Juan Guaidò in una foto pubblicata su facebook
Juan Guaidò chiede incontro a Salvini

Juan Guaidò ha chiesto formalmente un incontro a Roma al Vicepremier Matteo Salvini, con una lettera inviata al Viminale.

Il testo della lettera

La lettera inviata da Guaidò esordisce ringraziando il Vicepremier per la vicinanza dimostrata “al nostro amato Venezuela”, e auspica una “proficua collaborazione a nome del popolo venezuelano”.

ne parliamo in pausa pranzo

Le responsabilità

“Il complesso periodo storico che il Venezuela sta attraversando, pone ciascuno di noi dinanzi a grandi speranze che leggiamo negli occhi dei nostri concittadini. Ciò comporta grandi responsabilità sia al cospetto della nostra patria, sia nei confronti della comunità internazionale tutta”, continua Guaidò. “Per tali ragioni – e avendo a mente gli indissolubili legami che uniscono il Venezuela e la Repubblica italiana – credo sia importante e utile inviare in Italia una delegazione ufficiale”, propone Guaidò, “con la finalità di illustrarle il piano di azione per il ripristino della democrazia in Venezuela mediante l’indizione di elezioni libere e trasparenti e risolvere l’attuale crisi umanitaria che sta colpendo tutti i venezuelani e più di 100 mila italiani che vivono in Venezuela”.

La richiesta dell’incontro

Juan Guaidò ha quindi richiesto “la disponibilità ad un incontro a Roma nel più breve tempo possibile con la nostra delegazione, finalizzato ad uno scambio di opinioni sulla decisiva transizione che stiamo vivendo in Venezuela”. In particolare, prosegue la lettera, la delegazione vorrebbe rappresentare al Vicepremier “la necessità che in Venezuela si possa giungere in tempi rapidi, e grazie al sostegno della comunità internazionale, a libere elezioni democratiche”.

L’incontro con Di Maio

E Juan Guaidò, avrebbe chiesto formalemente un incontro anche al vicepremier Luigi Di Maio, a cui ha chiesto la “disponibilità ad un incontro a Roma nel più breve tempo possibile con la nostra delegazione, finalizzato ad uno scambio di opinioni sulla decisiva transizione che sta vivendo il Venezuela”.

Commenta su Facebook
Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.