Crolla diga in Brasile: 9 morti e 300 dispersi

Crolla una diga di scarti minerari a Brumadinho, in Brasile. Il bilancio delle vittime è ancora incerto, ma per ora si contano 9 morti e 300 dispersi.

Crolla diga in Brasile, come tre anni fa a Mariana
Crolla diga in Brasile, 9 morti e 300 dispersi

Una diga di scarti minerari della compagnia brasiliana Vale ha subito un cedimento a Brumadinho, nella periferia di Belo Horizonte. Sono i media locali a riferire del crollo nella capitale dello stato brasiliano di Minas Gerai. Il bilancio non è ancora definitivo, ma per ora si contano nove vittime e circa 300 dispersi, travolti da fango e detriti. Almeno 100 le persone tratte in salvo, secondo quanto riporta il quotidiano O Globo.

L’incidente avviene a tre anni di distanza dalla tragedia di Mariana, città a 120 km da Brumadinho. In quell’occasione si verificò quello che è considerato il peggior disastro ambientale del Brasile. Crollarono due dighe, e morirono 19 persone.
Il presidente Jair Bolsonaro ha annunciato che il suo governo ha messo in moto un’importante operazione di soccorso. Lui stesso, fa sapere, visiterà domani il luogo del disastro.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.