Omicidio Khashoggi, azienda italiana coinvolta nella cyber guerra saudita

Per costruire il suo arsenale, il principe Mohammed bin Salman si sarebbe rivolto anche ad un'azienda con sede a Milano, la Hacking Team.

Jamal Khashoggi
Jamal Khashoggi, giornalista saudita assassinato a inizio ottobre.

Ci sono novità riguardo all’omicidio del giornalista saudita Jamal Khashoggi. Il principe saudita Mohammed bin Salman avrebbe lanciato una ‘cyberoffensiva’ che ha colpito anche Jamal Khashoggi, ucciso il 2 ottobre nel consolato di Riad a Istanbul. Per costruire il suo arsenale, scrive il Washington Post, Riad si sarebbe rivolta in passato anche ad un’azienda con sede a Milano, la Hacking Team.
La società, dal canto suo, si difende. “Riteniamo che combattere il crimine dovrebbe essere semplice. Forniamo una tecnologia offensiva efficace e di facile utilizzo alle community di polizia e intelligence e di tutto il mondo”. Le risorse della compagnia, si legge in un’altra nota, sono usate “da oltre 50 principali istituzioni governative per indagini cruciali in più di 35 paesi”.

Commenta su Facebook
ne parliamo in pausa pranzo
Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.