Protesta Gilet Gialli, riunione di emergenza all’Eliseo

La Prefettura rende noti i dati sulle manifestazioni di sabato, e il Ministro dell'Interno Castaner dichiara lo stato di emergenza

Emmanuel Macron

Christophe Castaner convoca una riunione di emergenza all’Eliseo per fare il punto sulla mobilitazione dei ‘gilet gialli’. Il Ministro dell’Interno francese, ha reso noti alcuni dati sulle manifestazioni dello scorso sabato. In tutta la Francia, hanno preso parte alle manifestazioni di protesta 136mila persone, mentre la mobilitazione precendente, del 24 novembre aveva visto in piazza 106mila persone. Secondo i dati resi notii dal ministero, i feriti negli ultimi scontri sarebbero stati 263. Al vertice di emergenza parteciperanno, oltre al Ministro dell’Interno, il Presidente Emmanuel Macron, il Segretario di Stato Lawrence Nunez e il Ministro della transizione Ecologica, François de Rugy.

Le contestazioni contro Macron

Di ritorno a Parigi dal G20 di Buenos Aires, Macron ha fatto tappa all’Arco di Trionfo, che è stato danneggiato durante le manifestazioni. Il Presidente, insieme al ministro Castaner, ha reso omaggio alla fiamma del Milite Ignoto. Macron è stato però accoltodal grido di Macron démission!, da parte un gruppo di gilet gialli attorno all’Arco di Trionfo. I manifestanti anti-Macron hanno anche intonato l’inno nazionale, la Marsigliese, mentre venivano contenuti da un cordone di polizia. Poche voci, invece, hanno arrischiato un “Viva Macron”. I media francesi riportano che il Presidente si è intrattenuto conun drappello di vigili del fuoco e agenti di polizia sulla Avenue Klebe.

I dati della Prefettura

La Prefettura di Parigi ha riferito che durante le manifestazioni di sabato, nella capitale sono state fermate 412 persone. Di queste, 378 risultano ancora in stato di fermo. Il portavoce del governo, Benjamin Griveaux, rilasciando una dichiarazione all’emittente Europe 1, ha reso noto che l’esecutivo sta valutando tutte le opzioni per fermare le violenze dei manifestanti. “Dobbiamo pensare ai passi che possiamo compiere” ha spiegato Griveaux dopo che il Ministro dell’Interno Castaner ha dichiarato lo stato di emergenza.

Commenta su Facebook
Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.