Abu Mazen a Roma: “Papa Francesco, contiamo su di te”

Papa Francesco
Papa Francesco e i tre documenti sulla pedofilia e gli abusi sessuali nell'ambito clericale

“Preghiamo per la pace, in questo tempo di Natale: contiamo su di te. Così ha iniziato il presidente palestinese Abu Mazen durante l’udienza in Vaticano. Il colloquio, avvenuto al palazzo Apostolico, è stato preceduto da un abbraccio ed è proseguito con l’interprete, “perché io non parlo l’arabo…”, ha spiegato in inglese con un sorriso il Pontefice.

L’incontro

Il Papa ha donato ad Abu Mazen un medaglione rappresentante la basilica di San Pietro, l’enciclica ‘Laudato si” e il Messaggio della Pace 2018. “Ho voluto firmarlo con la data di oggi”, ha precisato. Mazen ha omaggiato il Pontefice con un dipinto raffigurante la vecchia città di Gerusalemme, un libro sui rapporti tra il Vaticano e la Terra Santa e un oggetto artigianale in legno.

La delegazione palestinese si è presentata con 16 membri. Tra questi spiccavano il ministro degli Esteri Riyad al-Maliki, il consigliere per gli affari religiosi e gli ambasciatori presso l’Italia e presso la Santa Sede. “Grazie della visita”, ha concluso il Papa Francesco congedandosi. “Sono contento di questo incontro, contiamo su di te”, ha concluso invece Abu Mazen.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.