George Bush senior morto oggi: una malattia la causa del decesso?

George Bush junior ha annunciato questa mattina la morte del padre Presidente degli Stati Uniti dal 1989 al 1993. Era malato da molto tempo di Parkinson.

Usa, Morto Bush Senior
Usa, Morto Bush Senior

È morto questa mattina a Houston George Bush Senior. L’ex presidente degli Stati Uniti d’America aveva 94 anni ed era malato di Parkinson da molti anni ed era costretto su una sedia a rotelle, ma non è ancora chiaro se sia la malattia la causa della morte. Ad annunciare il decesso è stato George Bush figlio, con una nota alla stampa.

ne parliamo in pausa pranzo

La biografia di George Bush senior

Bush senior da anni soffriva del morbo di Parkinson ed era costretto su una sedia a rotelle. Lo scorso novembre, era diventato il presidente americano più longevo della storia americana, raggiungendo 93 anni e 166 giorni e superando così Gerald Ford che aveva 93 anni e 165 giorni quando morì nel dicembre 2006 e Ronald Reagan che è morto a 93 anni e 120 giorni. Jimmy Carter, rimasto l’ex presidente più anziano in vita, ha compiuto 94 anni lo scorso ottobre.

I messaggi di cordoglio

“Con giudizio, buon senso e impassibile leadership, Bush ha guidato la nostra nazione e il mondo verso una pacifica e vittoriosa fine della Guerra fredda. – ha scritto l’attuale Presidente Donald Trump in una dichiarazione postata su TwitterIl nostro cuore è dolorante per la sua perdita, e noi, con il popolo americano, mandiamo le nostre preghiere a tutta la famiglia Bush, mentre onoriamo la vita e l’eredità del 41 presidente”. Il tycoon ha anche reso omaggio alla “autenticità essenziale, all’intelligenza disarmante e all’impegno costante verso la fede, la famiglia e il Paese” dell’ex presidente, spiegando che “il suo esempio continuerà a ispirare gli americani a perseguire le cause più giuste”.

“L’America ha perso un patriota e un umile servitore in George Herbert Walker Bush.ha scritto su Twitter l’ex presidente degli Stati Uniti Barack ObamaI nostri cuori oggi sono pesanti, ma sono anche pieni di gratitudine. I nostri pensieri vanno a tutta la famiglia Bush e a tutti quelli che sono stati ispirati dall’esempio di George e Barbara”.

Anche Bill Clinton, che sconfisse George H.W. Bush nelle elezioni del 1992, ha reso omaggio alla “dignità innata e genuina” del suo ex rivale: “Sarò per sempre grato dell’amicizia che abbiamo creato. Pochi americani sono stati, o saranno mai, in grado di eguagliare il primato del servizio di Bush per l’America e la gioia che ne traeva”.

Commenta su Facebook