Borse: andamento positivo, scende anche lo spread

Hanno aperto in positivo le borse del vecchio continente. Sono gli effetti delle manovre messe in atto dall'Europa in questi ultimi giorni.

Borse
PALAZZO MEZZANOTTE BORSA PIAZZA AFFARI

Si chiude con un andamento positivo la settimana per le borse, dopo l’altalena delle ultime settimane. Secondo gli esperti, questa è stata una delle settimane più difficili per i mercati azionari e obbligazionari. 

L’andamento delle borse europee

Questa mattina l’indice Ftse Mib di Milano ha aperto con un rialzo del 2%, per poi salire al +3,30%. Vanno bene anche le principali borse europee: alla 9.15 Londra era +4,29%, Francoforte +6,20% e Parigi +6,11%. 

Nella giornata di ieri indicazioni migliori erano arrivate dallo spread, sceso poco sotto quota 220, rispetto al picco di 327 punti base di mercoledì. In apertura una nuova discesa, che fa ben sperare, a poco più di 180 punti base. 

Ma da cosa è dovuto questo andamento? Sono le reazioni alla decisione di mercoledì sera della Bce di varare un programma di acquisto di titoli da 750 miliardi di euro da qui a fine anno, che si sommano ai 120 annunciati la scorsa settimana e ai 20 miliardi al mese partiti con le ultime decisioni di Mario Draghi alla guida della banca centrale.  

Il mercato USA e asiatico

Anche Wall Street ieri ha chiuso con il segno più, Dow Jones +0,95%. Negli USA nei giorni scorsi, dopo la diffusione massiccia del Coronavirus, erano state annunciate misure di stimolo molto importanti da parte delle banche centrali e del governo.

Come stanno andando i mercati asiatici? Oggi la borsa di Tokyo è chiusa. Il rialzo maggiore si è avuto per i listini di Seul, grazie a un accordo tra la banca centrale coreana e quella americana che garantirà liquidità in dollari alle banche coreane. La banca centrale cinese ha lasciato inalterati i tassi sui prestiti di migliore qualità. Segno di un graduale ritorno alla normalità in Cina.