Ex Ilva, l’annuncio di ArcelorMittal: 4.700 esuberi totali fino al 2023

La questione degli esuberi è stata discussa dall'ad di ArcelorMittal. La questione dell'ex Ilva si fa sempre più spinosa.

Ex Ilva, incontri tra vertici e Governo
Ex Ilva, incontri tra vertici e Governo (foto repertorio)

ArcelorMittal, gruppo che gestisce l’ex Ilva, ha diffuso la cifra sugli esuberi. A parlarne è stata l’ad Lucia Morselli che li ha diffusi durante una tavolo al Mise. Secondo l’amministratore delegato gli esuberi sarebbero già 2.900 nell’anno 2020. Una diminuzione, fino al 2020, che andrebbe dai 10.789 ai 6.098. Previsto anche un incremento della produzione. Dalle attuali 4,5 milioni di tonnellate alle 6 a partire dal 2021.

Ex Ilva, gli esuberi previsti da ArcelorMittal

I sindacati, dopo i numeri forniti dall’ad di ArcelorMittal, si sono riuniti per valutare la questione. Il muro contro muro non accenna a placarsi, anzi. Da un lato emergono dei numeri, dall’altro i lavoratori chiedono che non vi sia alcun collega licenziato. Sulla questione si è espresso anche il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli. «La è strada è stretta e in salita. L’obiettivo sta nel garantire la continuità produttiva. Risulta necessario un confronto costruttivo onesto che sia sviluppato nel tempo e che sia parallelo rispetto alle previsioni del piano industriale».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.