Trenitalia Uk vince la gara per il trasporto sulla West Coast

Nuovo importante traguardo per Trenitalia Uk, che insieme a FirstGroup vince la gara d'appalto per il trasporto nella West Coast inglese

Clicca qui per ascoltare l'articolo

Trenitalia Uk si aggiudica la gara d’appalto per il franchise ferroviario della West Coast inglese, insieme a FirstGroup. Il dipartimento dei trasporti britanni ha fatto spere che le due società parteciperanno con quote del 30% per Trenitalia e del 70% per FirstGroup.

Il franchise, che durerà dal 2019 al 2031, prevede i collegamenti Intercity tra le città di Londra, manchester, Chester, Liverpool, Preston, Edimburgo e Glasgow. Inoltre, a partire dal 2026, sono previsti nuovi servizi sulla linea ad alta velocità di 160km tra Londra e Birmingham.

I nuovi obiettivi di Trenitalia Uk

L’amministratore delegato di Fs Italiane, Gianfranco Battisti, ha dichiarato: “Dopo soli tre anni nel Regno Unito, rafforziamo la nostra presenza con la gestione di una delle linee ferroviarie più importanti in Uk, in partnership con FirstGroup”. Nell’ottica di “svolgere un ruolo importante nel settore ferroviario del Regno Unito“, questo è senza dubbio un “passo significativo“. Infatti, con la partnership con FirstGroup, “prosegue lo sviluppo internazionale del Gruppo Ferrovie dello Stato, in particolare in un mercato ad alto potenziale come quello del Regno Unito”.

La nota di Trenitalia ricorda che i servizi InterCity da Londra a Edimburgo/Glasgow trasportano ogni anno 39 milioni di passeggeri. I ricavi del franchise nell’ultimo anno sono stati pari a oltre 1,250 miliardi di euro, e la previsione per i prossimi anni è che aumenti ancora. La nuova partnership prevede l’ammodernamento dell’intera flotta di 56 treni Pendolino con 25.000 nuovi posti per i passeggeri. Inoltre, entro il 2022 verranno inoltre offerti più di 260 servizi aggiuntivi alla settimana, grazie a 10 nuovi treni elettrici e ad altri 13 bi-modali. Questi andranno a sostiuire anche i diesel ancora utilizzati, con una riduzione delle emissioni di CO2 del 61%. Verranno poi installati nelle stazioni e nei depositi pannelli solari e sistemi di condizionamento ad alta efficienza energetica, nell’ottica di ridurre l’impatto ambientale.

La presenza di c2c

Trenitalia è già presente in Gran Bretagna con c2c, che collega Londra con Shoeburyness nell’Essex, con una linea di 71km. Solo nel 2018, i ricavi di c2c sono stati di oltre 215 milioni di euro, trasportando 46 milioni di passeggeri. Ad aprile, c2c ha lanciato la piattaforma PICO4UK per l’emissione elettronica dei biglietti, che in Italia si usa già da 7 anni. E’ proprio grazie a c2c che la presenza di Trenitalia nel mercato britannico si è rafforzata. “Siamo orgogliosi dei risultati raggiunti in termini di puntualità delle prestazioni e soddisfazione del cliente, che si è dimostrata tra le migliori nel Regno Unito”, ha detto ancora Battisti. “Trenitalia è ora uno dei principali operatori ferroviari in Europa: presente nei mercati francese, tedesco, greco e in partnerhisp austriaco e svizzero, oltreché in Italia e nel Regno Unito. La nostra ambizione è di crescere ulteriormente nel Regno Unito e altrove nei prossimi anni”, ha concluso.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.