Bando concorso docenti 2019 rimandato forse a ottobre

Il Miur ha rimandato il bando di concorso docenti 2019, forse all'autunno per consentire di vagliare l'ipotesi di un concorso straordinario bis

Concorso docenti miur 2019
Concorso docenti miur 2019
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Il Miur aveva già annunciato il bando di concorso docenti per la scuola primaria e dell’infanzia entro l’estate. Eppure, come conferma OrizzonteScuola.it, il bando sarebbe già pronto, e i 16.959 posti già approvati. Qual è dunque l’inghippo che farebbe slittare tutto forse ad ottobre?

I motivi del rinvio del bando di concorso docenti 2019

Pre che moltissimi docenti abbiano chiesto un concorso straordinario bis, includendo nella discussione anche i sindacati. Il concorso straordinario sarebbe riservato ai docenti che abbiano conseguito ilo diploma magistrale entro l’anno 2001/2002, e ai laureati in scienze della formazione che abbiano maturato un anno di servizio nelle scuole statali, paritarie o nelle sezioni primavera. La proposta elaborata dal Senatore Pittoni “non scalfisce la operatività della norma di riferimento”, né andrebbe a minare il diritto di priorità in graduatoria di chi ha già passato la selezione della prima procedura.

E tuttavia, questo concorso straordinario bis avrebbe valore solo se venisse bandito in concomitanza con quello ordinario. E proprio questo il motivo che ha spinto i sindacati a rimandare tutto, aspettando che il Miur vagli la proposta. Per ora, quindi, bocce ferme fino a ottobre.

Il concorso per la scuola secondaria

Sempre per l’autunno è atteso invece il bando di concorso per i docenti della scuola secondaria, che secondo i calcoli di Ministero dovrebbe uscire “entro il 2019”. Resta da vedere se le procedure di selezione riusciranno a rispettare le tempistiche annunciate.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.