Pace fiscale, Salvini lancia tassa sulle cassette di sicurezza

"Tassa sulle cassette di sicurezza", Matteo Salvini ha lanciato così, dalla trasmissione Porta a Porta su Rai1, una sua idea per rilanciare l'economia italiana.

Matteo Salvini
Matteo Salvini
Clicca qui per ascoltare l'articolo

“Tassa sulle cassette di sicurezza”, Matteo Salvini ha lanciato così, dalla trasmissione Porta a Porta su Rai1, una sua idea per rilanciare l’economia italiana. I conti sono in rosso, la procedura di infrazione dell’unione europea è a un passo. C’è quindi urgente bisogno di una boccata d’ossigeno nelle casse dello Stato.

Tassa sulle cassette di sicurezza

La nuova tassa sulle cassette di sicurezza dovrebbe, nelle intenzioni del Ministro dell’Interno, rimettere in giro i capitali che attualmente sono fermi “sotto il materasso”. “In Italia – dice Salvini – ci sono decine, forse centinaia di miliardi fermi nelle cassette di sicurezza. Noi possiamo rimetterli in circuito. Posso farmi pagare un’imposta, se sono soldi frutto di guadagni lecitamente ottenuti, e consentire di usarli nuovamente? Sono soldi nascosti, ma l’Italia è piena di soldi tenuti sotto il materasso“.

“Non parlo di soldi all’estero – continua poi Salvini – se qualcuno ce li ha portati sono affari suoi, ma mi dicono che ci sono centinaia di miliardi in cassette di sicurezza, fermi. Potremmo metterli in circuito per gli investimenti. Si potrebbe far pagare un’imposta e ridare il diritto di utilizzarli”. Dunque, Salvini, come riporta Il Giornale, vorrebbe “risvegliare” tutti i risparmi “dormienti” per rimettere in moto l’economia e nuovi consumi.

Bocciata dal Pd

Non si è fatta attendere la replica del Pd. A suonare la carica il deputato Luigi Marattin: “L’avevamo detto che sarebbero arrivati a toccare i risparmi degli italiani. Certo, non ci aspettavamo così presto. Irresponsabili”. Inevitabilmente, dunque, la proposta di Salvini ha già portato qualche critica e qualche polemica, senza contare che per adesso è solo una “bozza”, poco più che un’idea. Inoltre, non si sa ancora quale sarebbe il gettito che entrerebbe nella casse dello Stato.