Modello 730, detrazione spese mediche e sanitarie

Il Modello 730 è un modulo utilizzato in Italia per la dichiarazione dei redditi. Recentemente sono state introdotte delle novità circa la detrazione delle spese mediche e delle spese sanitarie.

Modello 730, detrazione spese mediche e sanitarie
Modello 730, detrazione spese mediche e sanitarie
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Il Modello 730 è un modulo utilizzato in Italia per la dichiarazione dei redditi. Il Modello 730 è destinato ai lavoratori dipendenti e pensionati. Nella dichiarazione dei redditi precompilata che si può trovare online sono riportate le spese sanitarie relative al 2018.

Modello 730, detrazione spese mediche e sanitarie

Nel modello 730, le spese mediche e sanitarie detraibili riguardano l’acquisto di farmaci presso farmacie e parafarmacie e le prestazioni mediche di ottici, psicologi, infermieri, ostetriche, tecnici sanitari di radiologia medica e di strutture autorizzate a fornire i servizi sanitari. Nella dichiarazione precompilata sono presenti anche le spese per farmaci veterinari comprati nell’anno antecedente e le spese relative alle prestazioni veterinarie.

Anche chi si è opposto all’utilizzo dei dati può integrare il modello 730 e inserire le informazioni per usufruire delle agevolazioni previste.

Quanto si può risparmiare?

Per le spese sanitarie è riconosciuta una detrazione dall’Irpef del 19% della spesa sostenuta. La spesa sostenuta deve però essere superiore a 129,11 euro (la cosiddetta franchigia).

Come compilare il modello 730, detrazione spese mediche e sanitarie

L’Agenzia delle Entrate, nella circolare n. 7/E del 4 aprile 2017, ha fornito tutte le istruzioni e chiarimenti utili per compilare adeguatamente la dichiarazione dei redditi.

In seguito, con la circolare n. 7/E del 27 aprile 2018, la stessa Agenzia delle Entrate ha aggiornato tutte queste informazioni. Ora sono disponibili nuovi chiarimenti sulle novità normative e interpretative intervenute nel 2017.

Come usufruire delle detrazioni

Se si vuole usufruire delle detrazioni, bisogna indicare le spese nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui sono state sostenute. I giustificativi delle spese poi vanno conservati per ben 5 anni. Può usufruire delle detrazioni solo chi ha effettivamente sostenuto delle spese mediche o delle spese sanitarie. Le detrazioni sono ammesse anche per le spese sostenute per familiari a carico. Attenzione, però: un familiare è considerato a carico se detiene un reddito inferiore o uguale a 2.840,51 euro.

Spese mediche sostenute all’estero

Seguono lo stesso trattamento delle spese sostenute in Italia anche le spese mediche sostenute all’estero. Bisogna portare una documentazione adeguata in modo da poter ricavare le stesse informazioni richieste per le spese sostenute nel nostro Paese. Se la documentazione è in lingua straniera, il contribuente stesso deve fornire una traduzione.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.