Nuova via della Seta: Xi Jinping e Luigi Di Maio firmano l’accordo

A Villa Madama oggi il Presidente cinese Xi Jinping e il Ministro Luigi Di Maio hanno firmato il memorandum sulla nuova via della Seta

Luigi Di Maio e Xi Jinping hanno firmato il memorandum di accordo per la nuova via della Seta
Clicca qui per ascoltare l'articolo

È stato firmato a Villa Madama il memorandum d’intesa tra Italia e Cina sulla Via della Seta. Da una parte del tavolo, Luigi Di Maio, dall’altra il Presidente cinese Xi Jinping, che è giunto oggi a Villa Madama. Ad accoglierlo, il Presidente Giuseppe Conte e il picchetto d’onore dell’arma in alta uniforme. Dopo il colloquio e la firma del memorandum, pranzo nella loggia di Raffaello, al termine del quale Xi Jinping ha raggiunto Fiumicino, pronto per la partenza verso Palermo.

I commenti

Italia e Cina “devono impostare una più efficace relazione”, l’auspicio espresso dal premier Conte, che ha sottolineato come i rapporti tra Roma e Pechino siano già “tradizionalmente molto buoni“. “L’incontro sia proficuo”, ha aggiunto il Premier, “e ci permetta di guardare con rinnovato interesse” ai rapporti tra i due Paesi.

Luigi Di Maio

Di Maio dal canto suo ha rimarcato che “per noi oggi è un giorno importantissimo, un giorno in cui vince il Made in Italy, vince l’Italia, vincono le imprese italiane. Abbiamo fatto un passo per aiutare la nostra economia a crescere“. “Solo gli accordi firmati qui oggi in sostanza valgono 2,5 miliardi di euro, aaccordi che hanno un potenziale di 20 miliardi di euro”, ha aggiunto.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.