Cà Foscari di Venezia vince il Premio Unicredit Foundation

Il premio permetterà di aprire una posizione di "postdoc" triennale

Facciata dell'Università Ca'Foscari
La Ca' Foscari vince il premio della UniCredit Foundation

Il Dipartimento di Economia dell’Università Ca’ Foscari Venezia vince la quarta edizione del concorso “Top-up Foscolo Europe Fellowship” della UniCredit Foundation. L’ateneo veneziano è infatti uno dei due vincitori selezionati dal comitato scientifico della Fondazione, che ha esaminato le candidature di Università dislocate nei 14 Paesi europei del perimetro UniCredit.

ne parliamo in pausa pranzo

Il premio consiste in un assegno di 150mila euro in tre anni, da sfruttare come integrazione alla remunerazione offerta dal dipartimento a un ricercatore. L’assegnatario dell’assegno sarà selezionato nel prossimo job market degli economisti, il “mercato” del lavoro per i giovani dottori di ricerca in economia di tutto il mondo che cercano opportunità per proseguire la carriera accademica.

L’obiettivo

L’obiettivo principale del concorso è di attrarre in Europa i migliori giovani economisti che stanno svolgendo la propria attività all’estero o di trattenere eccellenze già operative presso atenei dei Paesi coinvolti nell’iniziativa.

La posizione aperta

Grazie a questa opportunità, il Dipartimento di Economia di Ca’ Foscari potrà quindi proporre al job market, promosso dall’European Economic Association, una posizione di “postdoc” triennale. L’assegnatario dovrà ovviamente svolgere ricerca in uno dei campi dell’economia. La posizione sarà finanziata anche con fondi del Progetto di Dipartimento di Eccellenza e proporrà una retribuzione molto competitiva sul piano internazionale. In pochi giorni, infatti, sono giunte 350 candidature da tutto il mondo.

La spiegazione di Unicredit

Maurizio Beretta, Presidente di UniCredit Foundation spiega: “Grazie a questa iniziativa UniCredit Foundation prosegue e conferma il percorso avviato con le principali Università europee per attrarre le eccellenze nel campo della ricerca in ambito economico-finanziario. L’obiettivo di fondo resta quello di implementare ulteriormente il livello della proposta formativa accademica nei Paesi in cui la Banca opera”.

L’effetto sulle candidature

Monica Billio, Direttrice del Dipartimento di Economia di Ca’ Foscari sottolinea: “Il Dipartimento di Economia recluta già da tre anni i propri ricercatori junior sul job market internazionale. La differenza salariale in accademia fra il nostro paese ed il resto del mondo era indubbiamente un nostro punto debole. Il top up finanziato da UniCredit Foundation ci permette finalmente di allineare la nostra offerta economica a quelle delle migliori università europee e statunitensi. L’effetto è significativo, visto che il numero di candidature è più che raddoppiato rispetto agli anni scorsi ed in particolare è cresciuto l’interesse da parte di giovani ricercatori non italiani. Partecipiamo quindi al job market a Napoli molto fiduciosi.”

Commenta su Facebook
Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.