Facebook censura Leonardo da Vinci: la denuncia

L'algoritmo di Facebook censura un carbonicino di Leonardo da Vinci perché raffigurante un giovane nudo: questa la denuncia di Silvano Vincenti

Facebook censura Leonardo da Vinci
Facebook censura Leonardo da Vinci

Questa volta, a finire nel mirino dell’algoritmo di Facebook rischiando la censura per il contenuto ritenuto inappropriato è stato l‘Angelo Incarnato di Leonardo Da Vinci. Niente foto di giovani discinte, dunque. Solo un disegno a carbonicino del Maestro, che raffigura un giovane dal sorriso beffardo, con il corpo nudo e il membro maschile eretto. Un ritratto, forse di Gian Giacomo Caprotti, detto Salai, amico e forse amante di Leonardo.

La censura di Facebook di Leonardo da Vinci

Proprio la parte inferiore del corpo è stata censurata da Facebook, in osservanza al divieto di pubblicare immagini di nudo sulla piattaforma social. Questa è la denuncia di Silvano Vincenti, presidente del Comitato per la valorizzazione dei Beni Storici Culturali e ambientali. E racconta quanto accaduto sulla pagina Facebook “L’invisibile nell’arte”, che lui stesso cura.

L’insensata mannaia della censura del tribunale dell’inquisizione informatica ha decapitato la riproduzione”. “E’ un fatto gravissimo che calpesta brutalmente e violentemente la piena libertà di espressione artistica”, denuncia Vincenti. A cui Facebook risponde: Non sono ammessi immagini con contenuti caratterizzati da posizionamenti sessualmente suggestivi o che mostrano molta nudità (anche se per motivi artistici o educativi) a causa della loro natura altamente sensibile”.

Un’offesa a Leonardo da Vinci

“La motivazione addotta è vergognosa, ridicola, degna dei sistemi autoritari di marca nazista, fascista e comunista”, sottolinea Vincenti. “Per secoli si è combattuto per la libera espressione artistica e l’occhio censore del social network ha vestito i panni del peggior oscurantismo della storia recente. Maggiore violenza e offesa a Leonardo da Vinci non si poteva arrecare”. “Procederemo immediatamente ad una raccolta firme rivolta alle istituzioni europee ed italiane perché venga tutelata la libertà di espressione artistica e di divulgazione delle opere di tutti gli artisti. Si stanno predisponendo altre iniziative per l’affermazione di un principio non calpestabile”, conclude poi.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.