Fabrizio Corona ultime notizie, torna in carcere: violate le disposizioni del Tribunale

Fabrizio Corona torna in carcere a Milano, avrebbe negli ultimi mesi infranto le disposizioni che gli aveva imposto il tribunale di sorveglianza.

Fabrizio Corona
Fabrizio Corona
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Ultime notizie su Fabrizio Corona, l’ex re dei paparazzi torna in carcere. Corona stato prelevato oggi, 25 marzo, dalla sua abitazione dalla polizia di Stato. Il magistrato di sorveglianza Simone Luerti, infatti, ha sospeso l’affidamento terapeutico che gli era stato concesso per curarsi dalla dipendenza psicologica dalla cocaina.

Fabrizio Corona ultime notizie

La decisione del magistrato, secondo quanto trapelato, sarebbe legata alle violazioni che Corona avrebbe commesso negli ultimi mesi, infrangendo le disposizioni che gli aveva imposto il tribunale di sorveglianza. Adesso starà ai giudici stabilire, nelle prossime settimane, se revocare l’affidamento. In una delle ultime apparizioni televisive, Fabrizio Corona si era visto ricevere una marea di insulti social per la diatriba avuta con Riccardo Fogli.

La decisione dei magistrati

Sarebbero state proprio alcune sue apparizioni televisive la causa del nuovo arresto. Il magistrato gli aveva imposto di non lasciare più la Lombardia per serate e programmi televisivi fino al 30 marzo. Secondo l’accusa Corona avrebbe commesso una serie di violazioni delle disposizioni e ciò avrebbe dimostrato la sua “colpevole ed eccessiva superficialità”.

Tra gli episodi contestati ci sarebbe stato anche il “blitz” di Corona nel boschetto della droga di Rogoredo, del 10 dicembre 2018. In quell’occasione il re dei paparazzi, il quale non poteva frequentare tossicodipendenti, si era recato con una telecamera nell’area frequentata dagli spacciatori per realizzare un servizio per il programma di Massimo Giletti.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.