Festival di Sanremo 2019, ascolti in calo nella prima serata

Ha aperto ufficialmente le danze il Festival di Sanremo edizione numero 69. Gli ascolti sono in calo rispetto alla prima puntata dello scorso anno.

Festival di Sanremo, i conduttori
Silvia Raffaele, Claudio Baglioni e Claudio Bisio

Esordio in calo per il secondo Festival di Baglioni. La prima serata di Sanremo è stata vista da 10.086.000 di spettatori con il 49,5% di share. Tre milioni in meno del 2018. La prima parte della serata inaugurale (dalle 21,16 alle 23,56) ha ottenuto un ascolto di 12.282.000 telespettatori con il 49,4% di share. 

Lo scorso anno, la media della prima serata della kermesse era stata di 11.603.000 telespettatori e del 52,1% di share. La prima parte della serata aveva raggiunse 13.776.000 (51,4%) mentre la seconda fece 6.619.000 (55,3%).

Parte il Festival

Un’apertura con sfondo musicale, che ironizza sulle polemiche che hanno preceduto la manifestazione, ha dato il via al sessantanovesimo Festival della canzone italiana a Sanremo. Il Direttore artistico Claudio Baglioni, insieme a Virginia Raffaele e Claudio Bisio, hanno fatto il loro ingresso all’Ariston. La scenografia ha visto i tre cantare su un trampolino posizionato al centro del palco. Ad accompagnarli, sulle melodie della canzone “Via”, è stato il gruppo di ballerini coreografati da Giuliano Peparini.

Festival di Sanremo, le esibizioni della serata

Il primo a salire sul palco è stato Francesco Renga. Successivamente è stata la volta di Nino D’Angelo e Livio Cori, Nek, The Zen Circus, Il Volo, Loredana Bertè, Daniele Silvestri, Federica Carta e Shade, Ultimo e Paola Turci.

Successivamente è toccato calcare il palco della musica italiana a Motta, Bommdabash, Patty Pravo con Briga, Simone Cristicchi, Achille Lauro, Arisa, Negrita, Ghemon, Einar, Ex-Otago e Anna Tatangelo. Hanno concluso la serata, invece, Anna Tatangelo, Irama, Enrico Nigiotti e Mahmood.

Gli ospiti

Andrea Bocelli e suo figlio Matteo, con tanto di simbolico passaggio di consegne del tenore (ha donato il suo giubbotto di pelle al 21enne), e poi Giorgia, Pierfrancesco Favino e Claudio Santamaria. I conduttori hanno reso omaggio al “Quartetto Cetra” attraverso una carrellata di successi.

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.