Montalbano salva i migranti: il Governo non vuole mandare in onda la serie tv

Il commissario Montalbano andrà in onda i prossimi 11 e 18 febbraio con due nuovi episodi. In uno di questi si parlerà di migranti: è polemica.

Commissario Montalbano
Pronti i due nuovi episodi de "Il commissario Montalbano"

Due nuove storie per il Commissario Montalbano in onda su Rai 1. I prossimi due episodi, in programma l’11 e il 18 febbraio, riguarderanno un tema che tocca da molto vicino l’Italia: i migranti. Nel corso della due serata, con gli episodi dai rispettivi titoli “L’altro capo del filo” e “Un diario del ’43”, si darà vita, inoltre, alla trattazione di un problema che fa molto discutere nel Paese. «Cambia il mondo, cambia lo sfondo, ma il personaggio di Montalbano è sempre quello – ha dichiarato Luca Zingaretti – perché lo vuole il pubblico». 

Commissario Montalbano al via

Con il fatto che in uno dei due episodi si parli di migranti non è escluso che la cosa possa suscitare, viste le diversificate opinioni sulla tematica, eventuali critiche a riguardo. Secca, in ogni caso, la risposta della direttrice di Rai 1 Teresa De Santis. «Se ci fosse dell’imbarazzo non ci sarebbe la messa in onda. Non c’è nessun imbarazzo».

Si parla di migranti

Nell’episodio “L’altro capo del filo”, Montalbano e i suoi uomini collaborano per gestire al meglio l’emergenza sbarchi. Il commissario, a tal proposito, commenta l’idea che dietro i migranti soccorsi possano nascondersi e infiltrarsi anche dei terroristi.

In Rai visione non uniforme

In quel di Viale Mazzini, però, la fiction ha creato, secondi informazioni raccolte, più di qualche perplessità. Il tema dei flussi migratori, aspramente criticato dal Ministro dell’Interno Matto Salvini, al quale fa seguito il Governo giallo-verde, sta facendo molto discutere. Vedi ad esempio il caso della Sea Watch 3 che è giunta ieri al porto di Catania dopo diversi giorni di trattative.

Commenta su Facebook
Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.