“Mirella Gregori. Cronaca di una scomparsa”: un libro inchiesta per fare luce sulla vicenda, a 35 anni dalla sua scomparsa

Un mistero che si snoda lungo 35 anni, quello della scomparsa di Mirella Gregori, su cui ora lo scrittore e giornalista Mauro Valentini cerca di fare luce, ricostruendo i fatti insieme alla sorella della ragazza

Mirella Gregori
Un mistero che si snoda lungo 35 anni, quello della scomparsa di Mirella Gregori, su cui ora lo scrittore e giornalista Mauro Valentini cerca di fare luce, ricostruendo i fatti insieme alla sorella della ragazza
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Sembra un sabato pomeriggio come tanti, quello del 7 maggio 1983. Per la famiglia Gregori si svolge tutto come al solito: a casa, Vittoria e sua figlia Mirella, di 15 anni, aspettano il padre, Paolo, che sta per tornare a casa dal suo bar in via Volturno a Roma. Quando suonano al citofono, è Mirella che va a rispondere. Ma non è il padre: Mirella avvisa la mamma che è un compagno di scuola delle medie, Alessandro, e deve scendere un attimo. Così Mirella esce di casa, e nessuno l’ha più vista.

Sono passati 35 anni, e la scomparsa di Mirella Gregori continua a rimanere avvolta dal mistero. Da allora le sorti del suo caso sono state accostate con quelle di Emanuela Orlandi, scomparsa a solo un mese e mezzo di distanza. Le piste portano in Vaticano, gli indizi sembrano esserci. Eppure il caso finisce in un vicolo cieco, e viene archiviato.

ne parliamo in pausa pranzo

“Mirella Gregori. Cronaca di una scomparsa”

Ora sulla vicenda provano a fare luce, ricostruendo i fatti Mauro Valentini, scrittore e giornalista romano, coadiuvato nel lavoro dalla sorella di Mirella Gregori, Antonietta. Nasce in questo modo il libro inchiesta Mirella Gregori. Cronaca di una scomparsa”, edito da Sovera edizioni. Valentini sostiene che il caso di Mirella sia completamente diverso da quello di Emanuela Orlandi, e che vada riaperto. E si debbano riprendere le ricerche, dall’inizio, e battere delle piste che non furono prese in considerazione 35 anni fa.

Un’inchiesta limpida, che cerca di mostrare fatti e collegamenti, e di ricostruire una vicenda che si snoda per decenni attraverso le parole di una famiglia spezzata, che da quel 7 maggio 1983 non è più stata la stessa.


Commenta su Facebook
Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.