Box Office del Weekend: Me contro Te vincono in Italia, bene Bad Boys for Life negli USA

In Italia Zalone cede il primo posto agli youtuber Me contro Te, mentre negli USA il nuovo film di Bad Boys vince e convince.

Box Office Italiano

Argomento sulla bocca di tutti quello dei Me contro Te, coppia nata su YouTube e che arrivata al cinema, nel giro di un weekend, riesce a incassare 5,348,128€ , aggiudicandosi subito il primo posto in classifica facendo scendere Checco Zalone e il suo Tolo Tolo in seconda posizione, mantenendo comunque un incasso nazionale di ben 44,354,756€ .

Hammamet saldo al terzo posto, incassando altri 2.177,114€ (4,431,366€ gli incassi nazionali del film di Gianni Amelio con protagonista Pierfrancesco Favino nei panni di Bettino Craxi).

Buono l’esordio anche di Richard Jewell, nuovo film di Clint Eastwood che chiude al quinto posto con un incasso di 1,168,569€

Jojo Rabbit, nuovo film di Taika Waititi lanciatissimo ai prossimi Premi Oscar 2020 apre sul mercato italiano con cifre sottotono: al suo primo weekend arriva sesto incassando 827,456€ , mentre Jumanji – The Next Level, nonostante abbia sulle spalle più di un mese di proiezione, tiene saldo all’ottavo posto con 554,452€ e un incasso nazionale di ben 11.941,965€

Box Office Statunitense

Weekend di nuove uscita, flop disastrosi, conferme e sorprese. Tra questi troviamo Bad Boys for Life, il terzo capitolo del franchise con protagonista Will Smith apre con risultati incoraggianti nel mercato di casa: con un costo di circa 90 milioni di dollari, il film nel primo weekend incassa 73 milioni di dollari, registrato una cifra globale nel mondo di 112 milioni di dollari. Punto di partenza estremamente positivo per la successiva scalata.

Stabile al secondo posto il film bellico 1917 firmato da Sam Mendes: 22 milioni in questo weekend, 143 nel mondo e tantissime nomination ai prossimi Premi Oscar 2020.

Primo enorme flop di questo 2020 lo segna la Universal con Dolittle. Il film con Robert Downey Jr. doveva puntare proprio sulla fama dell’attore per riuscire a far diventare questo grosso blockbuster il primo successo del nuovo anno, invece con una media stampa terribile (circa 2/10), il film costato ben 175 milioni di dollari, chiuse il weekend al terzo posto incassando solo 29 milioni di dollari, 59 globali. Film che si avvia verso un inesorabile flop che provocherà diversi buchi economici per la Universal, ma non dovrebbe intaccare l’ipotetica fama dell’attore appena uscito di scena dall’Universo Cinematografico Marvel.

Al quarto posto troviamo Jumanji: The Next Level; questo sequel non è riuscito a bissare il miliardo di incassi del precedente, ma a fronte di un budget di 125 milioni, ne è riuscito a incassare nel mondo circa 712, di cui 273 in casa. Altro grande successo per Sony che a breve dovrebbe confermare il terzo e ultimo capitolo per chiudere la trilogia.

Chi invece non si è rivelato un grande successo tanto meno una delusione è Star Wars – L’ascesa di Skywalker. Dopo un mese di proiezione il film è riuscito a malapena a raggiungere il miliardo di incasso, generando forti malcontenti in casa Disney e registrando un numero estremamente negativo, infatti tolta la parentesi Solo (produzione e pubblicità inferiori), questo capitolo di Star Wars è il film che ha incassato meno e che ha generato meno introiti effettivi nelle casse della Disney, chiaro segnale che la direzione intrapresa non è stata accolta positivamente dal pubblico.