Umberto Smaila attacca le Sardine e le distrugge con tre parole

Umberto Smaila con Matteo Salvini
Umberto Smaila con Matteo Salvini

Umberto Smaila, intervistato da I Lunatici su Rai Radio 2, ha attaccato duramente il neonato Movimento delle Sardine. Gli sono bastate tre parole, per dare una stoccata mortale ai pesciolini: “Preferisco i delfini”. Perché? Semplice: “Non mi piacciono i conformismi”.

Umberto Smaila attacca le Sardine e le distrugge con tre parole

“Io sono un uomo libero, voglio essere un delfino che nuota nel mare da solo – ha continuato l’artista -. Vivo nel mio tempo, ho vissuto tanto e sono felice. Grato nei confronti di chi mi ha fatto vivere tanto e bene”. L’ex componente dei Gatti di Vicolo Miracoli è passato poi ad attaccare quella per lui imperdonabile mancanza di originalità nelle manifestazioni del movimento delle sardine: “Si sono ispirati alla Casa di Carta, anche là cantavano ‘Bella ciao’”.

Poi Smaila parla di Colpo Grosso, il programma televisivo degli anni ottanta legato al su nome e al suo volto. “L’ho condotto per quattro anni, è una cosa indelebile, ancora lo fanno. La gente pensa che io mi sia ripassato tutte le donne di Colpo Grosso, ma ovviamente non è vero”.

Infine: “Oggi non avrebbe senso fare Colpo Grosso. Bisognerebbe ricostruire tutto, aggiungere delle cose, farlo in maniera ironica. Servirebbe un grosso lavoro di ristrutturazione”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.