Box Office del weekend: Frozen 2 sbanca, in Italia bene Albanese e Polanski

Senza alcuna sorpresa, Frozen 2 negli Stati Uniti registra numeri da capogiro, mentre in Italia, un boxoffice privo di blockbuster o grandi produzioni.

Frozen 2

Senza alcuna sorpresa, Frozen 2 negli Stati Uniti registra numeri da capogiro, mentre in Italia troviamo un boxoffice privo di blockbuster o grandi produzioni.

Box Office Italiano

Particolare il fine settimana nostrano: senza dubbi(amente) il ritorno di Antonio Albanese ha catalizzato l’attenzione e il suo Cetto c’è, Senzadubbiamente vince registrando 360,111 presenze per un incasso di 2,479,936€ . Al secondo posto troviamo il nuovo film di Roman Polanski, co.prodotto dall’Italia, L’ufficiale e la Spia, registrando un ottimo risultato con 185,364 presenze e un incasso di 1,215,362€ .

Rimangono saldi al terzo e quinto posto rispettivamente Le Mans ’66 e Sono Solo Fantasmi, mentre ad un mese dall’uscita nelle sale italiane, il nuovo film di Alessandro Siani, Il Giorno più Bello del Mondo e La Famiglia Addams, riescono a superare i 6 milioni di Euro di incasso, cifre ottime per lo standard del mercato nostrano.

Box Office Statunitense

Da noi arriverà solo questa settimana, mentre negli Stati Uniti l’atteso Frozen 2 non ha deluso le aspettative e in un singolo weekend si è portato a casa la bellezza di 130 milioni di dollari. Una cifra da capogiro che aggiunta agli incassi nel resto del mondo lancia il fortunato sequel Disney a un incasso di 360 milioni di dollari, tutto questo in un singolo weekend.

Al secondo posto rimane saldo Le Mans ’66, che incassa altri 14 milioni di dollari, raggiungendo 104 milioni di dollari worldwide. Al terzo posto invece troviamo Un amico straordinario, nuovo film interpretato da Tom Hanks che da noi arriverà solo a gennaio; nel suo primo weekend il film ha incassato 13 milioni di dollari.

Male come già annunciato il reboot di Charlie’s Angels. La regista Elizabeth Banks si è lasciata andare a dichiarazioni infelici accusando persone e pregiudizi per giustificare il flop del film che al secondo weekend chiude con un incasso complessivo di 43 milioni di dollari scivolando al terzo posto. Con un costo di produzione di 48 milioni, il film in casa è riuscito a incassare solo 14 milioni di dollari, motivo per cui già da ora si può facilmente parlare di flop che peserà in maniera notevole nelle casse dei produttori e distributori.

Gabriele Barducci
Romano, classe '89. Ho frequentato Arti e Scienze dello Spettacolo all'università di Roma La Sapienza. Da sempre appassionato di audiovisivo, in qualunque forma si presenti. Cinema al primo posto, poi videogiochi, cultura, attualità e altri feticci. Tra un tunnel carpale e l'altro scrivo per The Games Machine e Nocturno.