Bookcity Milano, la città riscopre la passione per la lettura

Bookcity Milano
Foto: PIxabay

Il mese di novembre porta con sè come da tradizione un evento ormai imperdibile per milanesi e non: Bookcity Milano, una vera e propria festa del libro che offre l’opportunità di riscooprire il piacere della lettura e di immergersi in quanto viene raccontato attraverso le pagine. Una passione che per molti, complice la diffusione degli strumenti tecnologici, può sembrare quasi perduta, ma che merita di essere tramandata e vissuta un po’ a tutte le età.

La manifestazione si tiene proprio in questo weekend e comprende complessivamente più di 1.500 eventi, tutti gratuiti, che vedono la partecipazione di autori, giornalisti, illustratori, blogger, studenti, professori e molti altri protagonisti. Minimo comune denominatore non è solo la volontà di catturare l’interesse di chi ama leggere nel proprio tempo libero, ma soprattutto di raggiungere chi ha perso questa abitudine.

Bookcity a Milano: tanti apppuntamenti da non perdere

Tanti gli appuntamenti interessanti, ma possiamo segnalarne alcuni che potranno permettere ai visitatori anche di riflettere su temi importanti.

Oggi presso l’Archivio di Stato di via Senato 10 “Raccontare la mafia e il potere” : Attilio Bonzoni presenta insieme a Paolo Melati il libro “Il padrino dell’antimafia“. Il testo si concentra sulla vicenda di Antonello Montante, siciliano “nel cuore” di un boss di Cosa Nostra ma diventato a sorpresa faro dell’Antimafia italiana dagli scranni di Confindustria, a capo di una centrale clandestina di spionaggio, fra affari e patti indicibili. Il tutto con la complicità di ministri dell’Interno e alti magistrati, di spie e generali.

Nella giornata di domani, a partire dalle 16, la stessa location ospiterà la presentazione di “Da Palermo a New York – Storia illustrata della mafia“, libro di Giovanni Tizian, che l’autore presenterà con Lino Abbate.

Sempre domani altra occasione per ricordare la storia più recente. Nando dalla Chiesa e Federica Cabras presentano il libro “Rosso mafia. La ‘ndrangheta a Reggio Emilia”, con Albertina Soliani e Antonella De Miro presso l’Università degli Studi di Milano all’interno della Sala Napoleonica di via S. Antonio 12.

Due premi Nobel in arrivo

L’edizione di quest’anno di Bookcity sarà ricordata anche per la presenza di autori stranieri. Tra questi, spiccano due premi Nobel come Wole Soyinka e Svjatlana Aleksievič. Prevista inoltre la prima tappa del Friendship Tour, ce parte proprio dal capoluogo lombardo per poi spostarsi a Madrid, Berlino e Parigi. L’evento vedrà la partecipazione quattro autori britannici del calibro di Lee Child, Ken Follett, Kate Mosse e Jojo Moyes che discuteranno sulla Brexit.

La chiusura dell’evento sarà in musica. Domani il Teatro Dal Verme ospiterà “Goethe/Schubert/Beethoven. Parole e Musica” concerto de LaFil – Filarmonica di Milano. La direzione è affidata a Marco Seco. Prevista l’esecuzione di tre Lieder di Schubert orchestrati da diversi musicisti e la Sinfonia n.2 di L.V. Beethoven. Ad arricchire il concerto, l’attrice Anna Nogara leggerà brani di “Un concerto di 120 professori” tratto dall’Adalgisa di Carlo Emilio Gadda e la traduzione in italiano dei testi prima dell’esecuzione di ogni Lieder.