Alicia Alonso è morta: lutto nel mondo della danza

La danza cubana, e non solo, perde una delle figure più importanti del panorama mondiale. All'età di 98 anni si è spenta Alicia Alonso.

Alicia Alonso è morta, lutto nel mondo della danza
Alicia Alonso è morta, lutto nel mondo della danza (foto Youtube)

Alicia Alonso, la ballerina e artista cubana più conosciuta, si è spenta all’età di 98 anni. A divulgare la notizia il Balletto nazionale di Cuba. La donna lo diresse e lo fondò nel 1948.

Alicia Alonso, la storia di una grande professionista

Alicia Alonso nacque il 21 dicembre 1920 da una famiglia modesta. Entrò nel mondo della danza, presso la scuola di balletto della Sociedad Pro-Arte Musical, nel 1931 a L’Avana insieme a Nikolai Yavorsky. All’età di 15 anni sposò il ballerino, nonché partner, Fernando Alonso: da quel momento adottò il cognome del consorte. Partecipò alla inaugurazione dell’American Ballet Theatre degli Stati Uniti. Perfezionò gli studi di danza a New York e successivamente a Londra. Calcati grandi palcoscenici, con tanto di commedie musicali come “Great Lady” e “Stars In Your Eyes” tra il 1938 e il 1939.

Alla età di 19 anni divenne parzialmente cieca. Superò queste ostacolo aiutandosi con le luci per orientarsi sul palco. Con l’American Ballet Caravan, alla fine degli anni Trenta, partì la carriera di Alicia Alonso. Ricevette la nomina di étoile e poté lavorare con grandi coreografi del tempo: da George Balanchine a Bronislava Nijinska, da Michel Fokine a Jerome Robbins, senza dimenticare anche Antony Tudor e Agnes de Mille. Nel proprio Paese fondò, quasi alla fine degli anni Quaranta, il “Ballet Alicia Alonso”. Nel 2002 la nomina come ambasciatrice dell’UNESCO per il proprio impegno verso lo sviluppo della danza classica. L’ultima esibizione avvenne nel 1987, all’età di 67 anni, presso il teatro dell’Opera di Roma. Nel 2017 l’Unesco la designò come ambasciatrice di Buona volontà.

I messaggi di cordoglio

Il Presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha parlato della donna: «Prima ballerina assoluta. La sua morte ci lascia un voto immenso ma anche una eredità ineguagliabile».

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.