Romics 2019: sold out per il concerto “Il viaggio dell’eroe”

Grande successo al Romics 2019 per il concerto "Il viaggio dell'eroe", dedicato alle colonne sonore dei più conosciuti film fantastici

Romics 2019
Romics 2019
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Grande successo al Romics 2019 per il concerto “Il viaggio dell’Eroe”, che ha visto un’inedita collaborazione tra l’Orchestra italiana del Cinema e la Banda musicale della Polizia di Stato. Per la prima volta sul palco insieme, con una formazione di quasi 80 elementi, le due orchestre guidate dal Maestro Maurizio Billi hanno registrato il sold out all’Auditorium della Fiera di Roma.

Il concerto al Romics 2019

Il concerto ha avuto come protagoniste le colonne sonore dei film che fanno parte del nostro immaginario fantastico. Da Star Wars a Raiders of the lost ark, da E.T. a Superman, Batman e Spiderman. Ma anche Game of Thrones, Lord of The Rings, Pirates of the Caribbean e Gladiator. E nel gran finale un omaggio al cinema italiano con le muische di pellicole come quelle di Fellini, Leone e Benigni.

La soddisfazione degli organizzatori

Siamo decisamente soddisfatti di questa esperienza che ha riunito per la prima volta insieme due formazioni così illustri per una grande prova d’orchestra”, ha dichiarato Max Giovagnoli, curatore artistico della manifestazione al Romics. “Siamo i primi anche ad aver inserito un evento di così grande portata all’interno di una manifestazione dedicata all’arte dell’immaginario”, ha detto poi. Per Giovagnoli si tratta “di un esempio memorabile, e sicuramente da ripetere, di come i linguaggi sonori e visivi si possano abilmente intersecare grazie al talento interpretativo di illustri musicisti, scatenando emozioni adatti ad ogni generazione”.

Siamo orgogliosi di aver portato parte del nostro repertorio anche a coloro che non hanno potuto finora vivere personalmente i nostri cineconcerti “ ha detto poi Marco Patrignani, presidente dell’Orchestra Italiana del Cinema. “La scelta di unire melodie che vanno da pellicole storiche, fantascientifiche e mitologiche agli attuali Supereroi in un continuum sinfonico proteso a stimolare memoria ed immaginazione è stata per noi una stimolante opportunità”, ha concluso.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.