Nobel Fisica 2019, premiate le scoperte degli esopianeti: di cosa si tratta

Dopo quelli per la Medicina e la Fisiologia arrivano i premi Nobel per la Fisica: due i lavori oggetto del prestigioso riconoscimento.

Nobel Fisica 2019
Nobel Fisica 2019 (foto Adp)
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Due planetologi, Michel Mayor e Didier Queloz, insieme al cosmologo James Peebles, sono stati premiati con il Nobel per la Fisica 2019. Decisive le scoperte riguardanti i primi pianeti esterni al Sistema Solare e la radiazione cosmologica di fondo. I riconoscimenti giungono il giorno successivo rispetto assegnati per la Medicina e la Fisiologia.

Nobel Fisica 2019, i riconoscimenti

James Peebles, 84 anni, ha ricevuto il premio per la radiazione cosmica di fondo. Si trattò dell’eco del Big Bang che generò l’universo. L’uomo nacque a Winnipeg nel 1935 lavorando presso l’Università di Princeton. Gli altri due premiati sono gli svizzeri Michel Mayor e Didier Queloz che hanno ottenuto metà del premio per la scoperta dei primi pianeti esterni al Sistema Solare. Mayor ha 77 anni e insegnò all’Università di Ginevra. Queloz, invece, fece la spola presso l’Università di Ginevra e quella di Cambridge. Nel 1995 scoprì il primo pianeta esterno al Sistema.

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.