Nasce il primo notiziario del Vaticano tutto il latino

Si chiama "Hebdomada Papae", ha esordito su Radio Vaticana da pochissimi giorni ed è il primo media interattivo che dà le news in latino.

Nasce notiziario del Vaticano
Nasce notiziario del Vaticano

Si chiama “Hebdomada Papae”, ha esordito su Radio Vaticana da pochissimi giorni ed è il primo media interattivo che dà le news in latino. Il nome per esteso della striscia informativa è “Hebdomada Papae, notitiae vaticanae latine redditae” (La settimana del Papa, notiziario vaticano in lingua latina), e, come comunica Vatican News, è un “nuovo spazio settimanale di news in latino di 5 minuti, diffuso anche in podcast su Vatican News”. Quello spazio “nasce dalla collaborazione con l’Ufficio Lettere Latine della Segreteria di Stato”.

Nasce il primo notiziario del Vaticano

In buona sostanza si tratta del primo notiziario radio in latino che, con cadenza settimanale, in 5 minuti aggiornerà gli ascoltatori sulle attività di papa Francesco e più in generale della Santa Sede. “L’iniziativa – prosegue Vatican News – nasce dalla collaborazione delle redazioni di Radio Vaticana – Vatican News con l’Ufficio Lettere Latine, la struttura della Segreteria di Stato che si occupa di tradurre e di scrivere in latino i documenti ufficiali del Papa compresi i tweet dell’account @Pontifex_ln.. Il nuovo format è curato da Alessandro De Carolis e andrà in onda ogni sabato sui canali della Radio Vaticana (In lingua italiana, sulle frequenze di Radio Vaticana Italia alle ore 12.32 e in replica domenica alle 17.30) e verrà diffuso anche in formato podcast attraverso il portale informativo plurilingue Vatican News accompagnato da un articolo contenente la traduzione dei testi.

Giampiero Casoni
Giampiero Casoni, 50enne nato a Cassino, è da sempre un cronista di giudiziaria. Ha collaborato ed operato in redazione per Ciociara Oggi, La Provincia, di cui ha curato anche l'edizione nazionale e Provincia quotidiano, che ha recentemente accompagnato in esequie editoriali. Ha partecipato alla fondazione e vita di numerosi free press e pubblicato pezzi per agenzie dell'Alto Casertano aventi a tema soprattutto la camorra aversana. Autore di numerose inchieste sulla camorra domitia dei La Torre, si è cimentato anche con la scrittura, pubblicando romanzi sui clan secondiglianesi e sillogi poetiche. Appassionato di storia e umorista a tempo perso, cura con molta approssimazione e svogliatezza il blog Bignè all'aceto, di cui intende, da qui a qualche secolo, riesumare i fasti potenziali assieme alla compagna, la scrittrice Monia Lauroni, moderna eroina martirizzata dal suo perenne borbottare.