Forbes Under 30 italiani: ecco i nomi dei talenti

Forbes immagine Under 30 italiani
Copertina Under 30 italiani (foto Forbes)

La rivista Forbes ha pubblicato la lista degli Under 30 a livello europeo che si sono distinti nei vari settori e nelle industrie. Le categorie sulla rivista sono nove e riguardano differenti sezioni. Al loro interno figurano undici italiani. Due di questi, Giacomo Rovero e Davide Dattoli, erano già stati precedentemente inseriti nella lista dei 100 Under 30 del 2018.

Forbes, chi sono i giovani italiani

Giacomo Rovero

Giacomo Rovero (foto Facebook)

Ballerino classico di 21 anni che è stato inserito su Forbes nella categoria “Art&Style”. Giacomo Rovero attualmente lavora presso il “The Royal Ballet” di Londra. Si è trasferito nel Regno Unito muovendo i primi passi di danza a Piacenza. A soli 13 anni ha vinto lo “Youth American Grand Prix” di New York

Davide Dattoli

Davide Dattoli (foto Facebook)

Ha 28 anni Davide Dattoli ed è stato inserito nella categoria “Technology” essendo il co-fondatore e amministratore delegato di “Talent Garden”. Si tratta di una rete innovativa di coworking, sotto forma di startup, volta nel supportare chiunque abbia delle idee innovative.

Giovanni Rastrelli

Giovanni Rastrelli (foto LinkedIn)

Rastrelli ha 28 anni ed è amministratore delegato della Edit (Eat Drink Innovate Together). Giovanni Rastrelli è stato inserito nella categoria “Art&style”. Edit è un locale polifunzionale che ha preso piede nella zona industriale dei cavi elettrici a Torino con diverse attività al suo interno. La società ha totalizzato 4 milioni di dollari nel 2018.

Andrea Mongia

Andrea Mongia (foto iacdesignroma.it)

Ha 30 anni ed è stato inserito nella categoria “Art&style”. Si tratta di un illustratore per il “The New Yorker”, il “The Guardian”, il “New York Times” e il “The Economist”. Andrea Mongia è nato in Abruzzo nel 1989 e si è trasferito a Roma dove si è laureato all’Istituto Europeo di Design nel 2011. Fa parte dello Studio Pilar, associazione culturale composta da altri quattro illustratori.

Yari Cecere

Yari Cecere (foto Facebook)

Ha 25 anni ed è Ceo di Cecere Management. Si tratta di una holding che è attiva nello sviluppo degli alloggi nell’ottica della sostenibilità energetica. Il giovane Yari Cecere è riuscito a costruire le sue prime 100 unità immobiliari prima del compimento del suo ventiquattresimo compleanno.

Giangiuseppe Tateo e Domenico Colucci

Giangiuseppe Tateo e Domenico Colucci (foto nextome.it)

Domenico Colucci ha 29 anni, così come Giangiuseppe Tateo, e insieme hanno fondato Nextome. Essa è un’applicazione che consente alle persone di poter navigare all’interno degli edifici di grandi dimensioni sfruttando la tecnologia Gps come supporto di guida da orientamento. Essa sfrutta, sostanzialmente, alcuni sensori presenti all’interno dello smartphone.

Riccardo Patriarca

Riccardo Patriarca (foto Facebook)

RHa 29 anni ed è un ricercatore all’Università “La Sapienza” di Roma. Riccardo Patriarca è stato inserito nella categoria “Science & Healthcare”. Nel corso dei suoi studi ha cercato di rendere maggiormente sicura la cabina di pilotaggio durante le emergenze. In particolare grande attenzione è stata rivolta all’interazione tra uomo e macchina quando le cose non vanno per il verso giusto. Collaborazione importante con la compagnia aerea Qantas e con l’Enav.

Guido Zichittella

Guido Zichittella (foto Facebook)

Un dottorando 27enne al Politecnico Federale di Zurigo (ETH). Guido Zichittella sta sviluppando diverse tecnologie con l’intento di ridurre emissioni di anidride carbonica proprio quando il gas ottiene il processo di combustione all’interno degli impianti di produzione chimica.

Arianna Fontana

Arianna Fontana (foto Facebook)

Nella categoria “Sports&Games” Arianna Fontana, 28 anni, risulta essere presente. Pattinatrice di short track ha vinto otto medaglie olimpiche invernali di cui un oro, due argento e cinque bronzo. Ai Campionati mondiali di pattinaggio di velocità ben quattordici medaglie (un oro, sei argento e sette bronzo).

Lucrezia Bisignani

Lucrezia Bisignani (foto Facebook)

Ha 27 anni ed è entrata nella categoria “Social Enrepreneurs”. Lucrezia Bisignani ha fondato Kukua che è una serie di giochi per smartphone. Essi sono importanti in quanto sviluppano la capacità di scrittura, la matematica e la lettura. L’obiettivo è quello di abbattere la percentuale di analfabetismo infantile in Africa. La startup ha ottenuto finanziamento per 2,5 milioni di dollari.

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.