Nancy Roman è morta. Addio alla mamma del telescopio Hubble

La scienziata è deceduta all'età di 93 anni. Conosciuta in tutto il mondo per aver dato vita al telescopio spaziale Hubble.

Nancy Roman e il telescopio spaziale Hubble
La scienziata è morta a 93 anni

Nancy Grace Roman, conosciuta come la “mamma di Hubble”, è morta all’età di 93 anni. Attiva nel contributo che ha dato vita alla costruzione del celebre telescopio spaziale. È stata la prima dirigente donna all’interno della Nasa. L’astronoma statunitense è deceduta in un ospedale di Germantown, nel Maryland.  Ad annunciare la scomparsa una nota stampa della cugina Laura Verreau.

La mamma di Hubble

Nancy Roman è stata il primo capo astronomo all’interno dei laboratori delle scienze spaziali. Nel 2017 la Lego, fabbrica che costruisce mattoncini in plastica, ha realizzato il set “Donne della Nasa” con le figurine, in piccolo formato, delle donne più importanti dell’agenzia. Insieme a Nancy Grace Roman vi è la scienziata informatica Margaret Hamilton oltre a Sally Ride e Mae Jemison. Fondatrice di Hubble, il telescopio che venne lanciato in orbita nel 1990. Attraverso questo strumento è stato possibile ottenere immagini a risoluzione piuttosto elevata.

Chi è Nancy Grace Roman

Nacque a Nashiville (Tennessee) il 16 maggio 1925. Coltivò la passione per l’astronomia sin da bambina. Fu la fondatrice di un club astronomico con i suoi compagni di classe all’età di undici anni. Terminato il liceo, in soli tre anni, lavorò in diversi osservatori. Nel corso degli studi dovette combattere contro il pregiudizio dell’apporto femminile nel campo della Scienza. All’età di trent’anni pubblicò le sue scoperte individuando un comportamento insolito all’interno degli spettri di emissione della stella Ag Draconis.

Da sempre contro i pregiudizi sulle donne

Dopo il lavoro al Naval Research Laboratory, fece domanda alla Nasa. Divenne la prima Chief of Astronomy del suo ufficio della stazione spaziale. Durante il lavoro nella Nasa partecipò, in prima linea, per lo sviluppo e il lancio di numerosi satelliti. Ricevette una Medaglia, per i risultati scientifici raggiunti, nel 1969. Il Nancy Grace Roman Technology Fellowship in astrofisica, oltre all’asteroide 2516 Roman, prendono il nome dalla scienziata.

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.