L’Amica Geniale e l’enigma sulla reale identità di Elena Ferrante

Il mistero sull'identità dell'autore de L'Amica Geniale apre alcuni scenari di vita passata riguardanti il Rione Luzzatti.

L'Amica Geniale in onda su Rai 1
Il primo di quattro libri va in scena su Rai 1

Continua il una forma di mistero intorno alla serie in onda su Rai 1 L’Amica Geniale guidata dalla regia di Saverio Costanzo. La storia del film è tratta da una dei quattro libri che compongono la quadrilogia firmata da Elena Ferrante. Un intreccio fatto di memoria e vita passata e che si intersecano tra le parole di un testo e una fiction. Y che ha già riscosso i consensi del pubblico italiano e non solo.

La storia de “L’Amica Geniale” e l’autrice/autore del libro

Nei primi anni 50 a frequentare il Rione Luzzatti, passeggiando per le strade polverose del quartiere c’era anche un giovanissimo Domenico Starnone. Questo è ciò che ha rivelato a Il Mattino la cugina dello scrittore, Nunzia Mattiacci, 75 anni. «Domenico da ragazzino frequentava il rione. Veniva spessissimo a trovare i parenti, che abitavano qui. Ricordo che aveva sempre con sé un quaderno sul quale disegnava e prendeva appunti di ogni tipo. Eravamo ragazzini. Non avevamo dubbi sul fatto che da grande sarebbe diventato uno scrittore».

Rino Mattiacci, 66 anni, ferroviere in pensione, è uno dei familiari di Domenico Starnone che ancora vivono nel Rione Luzzati. Qui è ambientata la storia di Lila e Lenuccia, le due protagoniste. Con le sorelle Nunzia e Lenuccia, e tanti altri abitanti del quartiere popolare alla periferia orientale di Napoli, custodisce molti segreti d’infanzia dell’autore di via Gemito. Elena Ferrante, la misteriosa scrittrice, autrice della quadrilogia portata sul piccolo schermo, pare sia Domenico Starnone. I nomi che compaiono nel libro, e nella fiction, non sono nomi di fantasia. Si tratta di famiglie che lo scrittore avrebbe utilizzato per dare vita alla storia.

Commenta su Facebook
Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.