Giletti: “M5S in silenzio dopo le minacce”

Il giornalista e conduttore televisivo Massimo Giletti a 'In Onda' su La7 è tornato sulle minacce ricevute dal boss Graviano e non solo.

Il giornalista e conduttore televisivo Massimo Giletti a ‘In Onda’ su La7 è tornato sulle minacce ricevute dal boss Graviano e non solo.

Le parole di Giletti

Chi fa il mio lavoro mette in conto che ci possano essere delle situazioni pericolose. In quelle frasi c’è un passaggio pesantissimo perché Graviano dice il ministro fa il suo lavoro e ad oggi non ho visto una presa di distanza netta di Bonafede: se io fossi ministro della Giustizia e un boss mafioso dicesse di me una cosa del genere, dopo due minuti direi prenderei le distanze. Ho ricevuto solidarietà da molte parti della politica, tranne una: non ho visto una presa di posizione pubblica del Movimento 5 Stelle. La Raggi lo ha fatto e ho molto apprezzato, avrei voluto lo facesse anche il Movimento 5 Stelle, i suoi vertici. Un silenzio che pesa. Hanno fatto quadrato intorno a un ministro, importante, molto vicino al premier Conte”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.