Prato, 6 anni e mezzo all’insegnante che ebbe un figlio da un minore

Prato, 6 anni e mezzo all'insegnante che ebbe un figlio da un minore. Condannato anche il marito per aver tentato di coprirla

Prato, 6 anni e mezzo all'insegnante che ebbe un figlio da un minore
Prato, 6 anni e mezzo all'insegnante che ebbe un figlio da un minore

Prato, 6 anni e mezzo all’insegnante che ebbe un figlio da un minore. E’ stata condannata dal tribunale di Prato a 6 anni e 6 mesi per violenza sessuale su minore la 35enne che nell’estate di 2 anni fa ebbe un figlio da un 13enne, suo studente in ripetizioni private di inglese.

Prato, 6 anni e mezzo all’insegnante che ebbe un figlio da un minore

Il caso era nato dalla denuncia della madre del ragazzino. La sentenza di condanna è stata emessa dal giudice Daniela Migliorati. Per la donna, i pm Lorenzo Gestri e Lorenzo Boscagli avevano chiesto 7 anni. Condannato anche il marito: un anno e mezzo di reclusione per falsa attestazione di stato in quanto, all’inizio della vicenda, l’uomo aveva sostenuto di essere lui il padre del bambino nato dal rapporto della moglie col ragazzino, pur essendo consapevole, secondo la Procura, che il bimbo non era suo ma del minore. Che all’epoca dei fatti contestati, per l’accusa, non aveva ancora compiuto 14 anni: ricostruzione accettata dal Tribunale, e proprio questo punto, sul quale si è non a caso combattuto, ha permesso che venisse contestato il reato di violenza su minore a carico della donna. Per il marito i pm avevano chiesto 2 anni. Durante il processo il legale della donna, l’avvocato Mattia Alfano, aveva chiesto l’assoluzione per tutti i capi di imputazione. Ora aspetta che siano depositate le motivazioni della sentenza, poi presenterà appello.

L’indagine della squadra mobile di Prato, coordinata dai pm Gestri e Boscagli, era partita nei primi giorni di marzo dell’anno scorso, dopo la denuncia presentata dai genitori del minorenne al quale l’insegnante aveva dato in passato ripetizioni. Ai genitori il minore aveva confessato la relazione e di essere padre del neonato che la sua insegnante di ripetizioni in orario pomeridiano, già madre di un figlio avuto con suo marito, aveva partorito pochi mesi prima.