Zaia: “Io a Roma? Scelgo il Veneto”

Luca Zaia, in un'intervista all'Adnkronos, risponde alle voci di chi lo vedrebbe bene a Roma, dopo la gestione dell'emergenza Covid in Veneto.

Zaia
Foto: Twitter

Luca Zaia, in un’intervista all’Adnkronos, risponde alle voci di chi lo vedrebbe bene a Roma, dopo la gestione dell’emergenza Covid in Veneto. “Scelgo il Veneto, non c’è dubbio. Io sono concentrato sul Veneto e ho un impegno con i veneti. Punto. Peraltro, ringrazio tutti per il sostegno e per il calore, ma debbo dire anche una cosa: dopo la gloria viene sempre l’invidia, dunque mi crea solo un problema. Io ho altri pensieri alla mia vita, resto fermo in Veneto”.

Le parole di Zaia

I veneti hanno una resilienza unica, sono come un formicaio: lo puoi distruggere, ma rinasce subito dopo. I nostri cittadini andavano in piazza non per avere il reddito di cittadinanza, ma per tornare a riaprire l’attività e tornare a lavoro. Quanto ci vorrà per uscire dalla crisi innescata dal Covid-19? Intanto ci vuole che non esista l’ufficio complicazione affari semplici, cioè che da Roma non ci incasinino la vita. È questa è la prima cosa. Dopodiché, conosco i veneti e mi fido di loro”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.