Il sondaggio: per 3 italiani su 4 giusta la delazione su condotte scorrette

Il sondaggio: per 3 italiani su 4 giusta la delazione su condotte scorrette. Lo dice un'indagine Coldiretti-Ixè

Fase 2, online il nuovo modulo per l'autocertificazione. Ma si può ancora usare anche il vecchio
Un posto di blocco - foto da Fb Polizia Stradale passione e tradizione

Il sondaggio: per 3 italiani su 4 giusta la delazione su condotte scorrette. Per quasi tre italiani su 4 (72%) è giusto segnalare alle forze dell’ordine comportamenti scorretti come assembramenti di persone o feste in casa dei vicini con ospiti. E’ quanto emerge da un’indagine Coldiretti/Ixè sulla condotta degli italiani nella convivenza con il coronavirus. Si tratta di un risultato che – sottolinea Coldiretti – suggerisce un alto livello di ‘responsabilizzazione’ della popolazione di fronte alla pericolosa emergenza con un condanna diffusa per azioni che minano la sicurezza collettiva. L’88% degli italiani dichiara peraltro – continua la Coldiretti – di rispettare sempre le indicazioni e i divieti in termini di uscite da casa, spostamenti e rispetto delle distanze sociali mentre un 11% sostiene di non riuscire sempre a farlo, come dimostra purtroppo la presenza di ancora forse troppe persone all’aperto.

Il sondaggio: per 3 italiani su 4 giusta la delazione su condotte scorrette

Un risultato incoraggiante – sostiene Coldiretti – dopo diverse settimane di forti restrizioni e all’indomani dell’annuncio del prolungamento delle misure strette di contenimento fino a dopo Pasqua. Ad appoggiare un comportamento virtuoso da parte degli italiani costretti in casa sono molte le iniziative promosse che vanno da internet alla televisione fino alla tavola che – continua Coldiretti – è diventata un momento centrale della vita delle famiglie.