C’è il terzo magistrato positivo al coronavirus al Tribunale di Milano

C'è il terzo magistrato positivo al coronavirus al Tribunale di Milano. E circolano voci non confermate su un quarto contagiato

Il terzo magistrato positivo al coronavirus al Tribunale di Milano
Il Tribunale di Milano

C’è il terzo magistrato positivo al coronavirus al Tribunale di Milano. Terzo caso di Coronavirus al palazzo di Giustizia di Milano. Un magistrato della Procura Generale positivo al test del tampone. E’ quindi scattata l’allerta negli uffici della Procura Generale, al terzo piano della cittadella giudiziaria milanese, nella quale sono in corso le operazioni di sanificazione di uffici e corridoi da parte del personale dell’Agenzia di tutela della salute. Sono in corso verifiche per accertare se altre toghe siano state colpite dal virus. Da quanto si è appreso in ambienti giudiziari milanesi, il magistrato colpito dal Coronavirus è attualmente ricoverato in ospedale ma le sue condizioni non sarebbero gravi, tanto che potrebbe essere dimesso già nella giornata di oggi.

Il terzo magistrato positivo al coronavirus al Tribunale di Milano

Il suo è il terzo caso di contagio al Palazzo di Giustizia milanese dopo quello dei due giudici risultati positivi al tampone nei giorni scorsi e ora ricoverati all’ospedale Sacco. Nel frattempo continuano a circolare indiscrezioni su un quarto giudice, in servizio alla Corte d’Appello, che potrebbe essere stato contagiato. Indiscrezioni che, almeno per il momento, non vengono confermate dai vertici della giustizia milanese. Nel frattempo i vertici degli uffici giudiziari sono in stretto contatto per capire se adottare ulteriori provvedimenti e quali. Da ieri, in pratica, le udienze non urgenti sono state tutte sospese, nel civile e nel penale, anche se gli avvocati lo chiedevano già da giorni e più volte si erano lamentati. L’attività di uffici e cancellerie, invece, viaggia a regime ridotto e su via telematica già dai primi giorni dell’emergenza.