Coronavirus: torna a casa il 17enne italiano rimasto a Wuhan

Niccolò, il 17enne di Grado, torna a casa dalla Cina. Il giovane che stava a Wuhan, epicentro del Coronavirus, è stato imbarcato questa mattina alle 5.00.

Coronavirus italiani rimpatriati
Coronavirus italiani rimpatriati parlano

Secondo le ultime notizie, tornerà a casa oggi Niccolò, il 17enne italiano rimasto a Wuhan, la città da dove è partito il contagio del Coronavirus. Secondo le ultime ricostruzioni, il giovane è stato imbarcato questa mattina alle 5.00 circa con un volo dell’Aeronautica. Il rientro in Italia, precisamente a Pratica di Mare, è previsto alle 7.00 di domani.

Coronavirus: il ritorno di Niccolò. Con lui anche il Viceministro Sileri

L’autorizzazione necessaria per far tornare il giovane a casa era stata rilasciata ieri, giovedì 13 febbraio, dalle autorità cinesi. Lo studente di Grado non si era potuto imbarcare sui voli che hanno rimpatriato gli altri connazionali perché in queste settimane aveva avuto un po’ di febbre. Secondo quanto riporta Adnkronos, a bordo anche il Viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, come aveva già fatto presumere affermando di voler “portare a termine ciò che ho iniziato”. Lo scorso 3 febbraio, infatti, Sileri aveva riportato in patria 56 italiani dalla Cina. Anche questa volta il Viceministro coordinerà le operazioni sanitarie.

Tutto risolto, finalmente Niccolò tornerà a casa“, ha detto il papà di Niccolò al primo cittadino di Grado, Dario Raugna. “Io gli ho risposto che sono felice per loro”, aggiunge il Sindaco. “I genitori hanno accolto con un entusiasmo prevedibile la notizia. Ora possono vivere in maniera più serena”.