Air Italy, nessuno stop: in arrivo oltre 1200 lettere di licenziamento

Air Italy: i liquidatori parlano di licenziamento in massa dei lavoratori. Ma i sindacati e la politica non ci stanno. Lavoratori: "pronti a tutto per tenere il nostro posto di lavoro".

Air Italy

Si temeva – e sembra essere arrivato – il licenziamento collettivo di tutti i dipendenti Air Italy. Il governo aveva cercato di rimediare in extremis chiedendo ai vertici dell’azienda di bloccare la procedura. Invece, dalle prime indiscrezioni (ancora non ufficialmente confermate) sembra che sia solo questione di tempo. Secondo le stime, dovrebbero essere tra le 1200 e le 1450 le lettere di licenziamento per i lavoratori di Air Italy, la compagnia aerea che da qualche giorno ha sospeso tutti i voli.

Licenziamento Air Italy: “adotteremo tutte le misure di sostegno al reddito”

Nessun retro front quindi sulla liquidazione dell’azienda: i commissari liquidatori hanno annunciato che dopo la riunione per l’ok definitivo di questa mattina, partirà ora l’iter di liquidazione e le relative lettere di licenziamento per i lavoratori. Secondo una nota rilasciata sempre questa mattina, i liquidatori di Air Italy adotteranno tutte le misure di sostegno al reddito per i lavoratori. Si legge inoltre che “verranno prese in considerazione tutte le possibilità di cessione di rami d’azienda, che comprendano il possibile mantenimento di tutti o di parte dei posti di lavoro”.

Dipendenti e sindacati: “non ci stiamo”

Eppure non è detta l’ultima parola. I dipendente non ci stanno e sono pronti a fare qualsiasi cosa per tenere il proprio posto di lavoro. Secondo La Stampa si starebbero muovendo insieme ai lavoratori anche le principali sigle sindacali d’Italia. “Se partirà la procedura come è stata annunciata questa mattina – dicono i sindacalisti – per chi perde il lavoro ci sarà solo un indennizzo di disoccupazione, senza i classici ammortizzatori sociali. Questa sarebbe una seconda mazzata: per questo chiediamo alle istituzioni di fermare le iniziative dei liquidatori”.

Licenziamento Air Italy: la risposta della politica

Ma cosa può fare la politica? La Ministra dei Trasporti Paola de Micheli, sembra non aver raggiunto l’obiettivo di fermare le trattative di liquidazione. Intanto, il governatore sardo Christian Solinas (ricordiamo che Air Italy ha tra gli azionisti di maggioranza AliSarda), che ha già avviato contatti con Qatar Airways e convocato un vertice con gli azionisti per i prossimi giorni, punta a una ricapitalizzazione della società con l’intervento della finanziaria regionale.