Migranti, la sentenza del Tribunale di Roma: “I respingimenti sono illegali”

Il Tribunale Civile di Roma, in materia di migranti, ha emesso una sentenza che farà discutere, stabilendo che i respingimenti sono illegali.

Migranti, il Tribunale dichiara che il respingimento è illegale
Migranti, il Tribunale dichiara che il respingimento è illegale

Il Tribunale Civile di Roma, in materia di migranti, ha emesso una sentenza che farà discutere, stabilendo che i respingimenti sono illegali. Inoltre, chi li subisce dovrà essere risarcito e potrà presentare domanda di protezione internazionale in quel Paese. Il tribunale ha emesso la sentenza sulla cosiddetta “causa Osman e altri contro l’Italia“. La causa è stata promossa nel 2016 e seguita da Amnesty e Asgi (Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione).

Tutto è iniziato il 27 giugno 2009, si legge sul sito di Amnesty International Italia. 89 persone (di cui 75 eritrei, 9 donne e 3 bambini) erano partite dalle coste libiche a bordo di un gommone. Avevano l’obiettivo di arrivare in Italia e vedere finalmente riconosciuto il proprio diritto alla protezione internazionale. Dopo una notte di navigazione, le persone salvate dalla Marina italiana erano state collettivamente respinte in Libia.

La sentenza ha stabilito che le persone ricorrenti hanno diritto al risarcimento del danno. Inoltre hanno il diritto di “accedere nel territorio italiano allo scopo di presentare domanda di riconoscimento della protezione internazionale ovvero di protezione speciale, secondo le forme che verranno individuate dalla competente autorità amministrativa”.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.