Attentato a chiesa in Burkina Faso: 14 morti

Sarebbero almeno 14 le vittime confermate nell'attentato di poche ore fa in una Chiesa in Burkina Faso. L'area già teatro di aggressioni da parte di gruppi terroristi in passato

Attentato a chiesa in Burkina Faso, 14 vittime
Attentato a chiesa in Burkina Faso, 14 vittime

Sono almeno 14 le persone morte in un attentato a una chiesa in Burkina Faso. La chiesa protestante si trova nell’est dello stato africano, una regione presa di mira più volte dagli islamisti nel corso dell’anno. Pare che l’attacco sia stato organizzato da gruppi terroristici legati ad al Qaeda e all’Isis. Il governo ha confertmato “14 vittime e diversi feriti“.

14 morti nell’attentato a chiesa in Burkina Faso

Gli attacchi in Burkina Faso, che confina con Niger e Mali, sono iniziati nel nord ma si sono poi diffusi nell’est e nell’ovest del Paese nel 2018. La stessa capitale è stata colpita tre volte. Secondo l’Onu, sono circa 500mila gli abitanti che hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni a causa delle violenze. Tra i bersagli preferiti dei gruppi terroristici di matrice islamica nel Paese, ci sono chiese e simboli religiosi. Infatti, l’ex colonia francese, per due terzi abitata da musulmani e un terzo cristiani, è spesso vittima di scontri religiosi. Anche a causa dell’instabilità politica, la minoranza cristiana viene spesso bersagliata da organizzazioni terroristiche legate ad al Qaeda a all’Isis.

L’ultimo caso poche ore fa. Alcuni “uomini armati non identificati” hanno assaltato una chiesa protestante durante la messa domenicale nella cittadina di Hantoukoura, al confine con il Niger. I soldati sono a caccia dei responsabili, scappati dopo aver fatto “14 morti e molti feriti”, come riportano fonti governative. Tragicamente, tra le vittime si contano anche alcuni bambini. Anche il prete sarebbe stato ucciso durante l’attacco. È partita la caccia gli attentatori, che sarebbero fuggiti a bordo di motociclette. Si attende, ora, che il gruppo terroristico responsabile della strage rivendichi l’attentato.

Luca Pincelli
Nato a Milano il 04/08/1991, dopo aver lavorato per tre anni nel mondo della comunicazione aziendale, mi occupo ora di news e traduzioni da libero professionista. Come giornalista freelance, le mie passioni principali sono attualità, cinema, politica e sport.