Chieti, uccide la moglie a colpi di pietra e pugni

Nuovo caso di femminicidio. A Chieti, un 68enne uccide la moglie a colpi di pietra e pugni. La violenza è scattata in strada dopo una lite tra i due coniugi.

Chieti, uomo uccide la moglie a colpi di pietra e pugni
Chieti, uomo uccide la moglie a colpi di pietra e pugni

Ennesimo caso di femminicidio in Italia. A Torino di Sangro, in provincia di Chieti, un uomo ha perso la testa e ha ucciso la moglie a colpi di pietra e pugni. A dare l’allarme sarebbe stato l’uomo stesso che, rientrato a casa dopo l’atto di violenza, avrebbe chiamato il 118. Secondo indiscrezioni, l’uomo soffrirebbe di problemi psicologici.

Femminicidio, uccide la moglie a colpi di pietra

La vittima, una donna di 65 anni, sarebbe stata uccisa dal marito 68enne dopo una lite. Il tutto è avvenuto in strada, dove l’uomo avrebbe picchiato la donna con una pietra. L’uccisione è avvenuto nella periferia del paesino che si trova tra Vasto e Lanciano.

Dopo aver ucciso la moglie a colpi di pietra e pugni, l’uomo sarebbe rientrato a casa e avrebbe chiamato il 118. Il 68enne è stato quindi portato in caserma poco dopo il delitto dai carabinieri della Compagnia di Ortona intervenuti sul posto a seguito della chiamata. I dettagli della vicenda non sono ancora chiari, ma pare che l’omicida soffrisse di seri disturbi psicologici. È certo, però, che il delitto si va ad aggiungere ai 96 casi di femminicidio registrati in Italia da inizio anno.

Luca Pincelli
Nato a Milano il 04/08/1991, dopo aver lavorato per tre anni nel mondo della comunicazione aziendale, mi occupo ora di news e traduzioni da libero professionista. Come giornalista freelance, le mie passioni principali sono attualità, cinema, politica e sport.