Mattia Santori, chi è il promotore del Movimento delle Sardine

Uno dei nomi che adesso è sulla bocca di tutti è quello di Mattia Santori, uno dei promotori del Movimento delle Sardine scese in piazza contro Salvini.

Mattia Santori spiega il ruolo delle Sardine
Mattia Santori spiega il ruolo delle Sardine

Uno dei nomi che adesso è sulla bocca di tutti è quello di Mattia Santori, uno dei promotori del Movimento delle Sardine scese in piazza contro Salvini. Mattia è riuscito a portare a Piazza Maggiore a Bologna, poco lontano dal Pala Dozza, dove si teneva il comizio del leader della Lega, migliaia di persone. Non c’erano bandiere di partito (anche se i leader del Movimento delle Sardine sembrano vicini alla sinistra), e il Movimento si è caratterizzato per essere indipendente dai vari schieramenti attuali.

Mattia Santori, chi è il promotore del Movimento delle Sardine

Non solo Mattia Santori, però. Il Movimento delle Sardine è stato frutto di un gioco di squadra. E della squadra facevano parte altri promotori, tutti amici tra loro. Il primo si chiama Roberto Morotti, che come riporta viagginews, è un ingegnere e ambientalista. Poi abbiamo Giulia Trappoloni, fisioterapista originaria di Sansepolcro. Infine, ma non per importanza, c’è Andrea Garreffa, laureato in scienze della comunicazione e con esperienze di studio in Spagna e in America.

Ma ora veniamo a Mattia, che molti danno come leader principale del Movimento delle Sardine. Laureato in Economia e Diritto, è anche lui ambientalista. Nella vita si occupa dell’attività di ricerca per i mercati energetici. Sopratutto per quello che riguarda la sostenibilità. Inoltre fa parte del Rie – Ricerche industriali ed energetiche.

Per quanto riguarda i suoi passatempi, rileva sempre viagginews, c’è lo sport. Mattia è istruttore sportivo ‘polifunzionale’, insegna atletica ai bambini, il frisbee agli universitari e il basket con i disabili. “Siamo sommersi di reazioni, volevamo suonare una sveglia collettiva e la sveglia è suonata – ha dichiarato all’Ansa dopo la manifestazione di Bologna -. Ora dal basso c’è già una risposta libera, il nostro risultato più bello“.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.